Neanche il tempo di metabolizzare la stagione appena trascorsa che è già tempo di pensare alla prossima, ormai alle porte. Le squadre, infatti, sono già al lavoro per preparare la stagione calcistica 2020/2021 che prenderà il via nella seconda parte di settembre. Tante le novità, soprattutto tra le big del campionato italiano, che si preparano ad una nuova battaglia per la conquista dello scudetto e di un posto in Champions League.

La nuova Juventus di Andrea Pirlo
In casa Juventus è in atto la più grande rivoluzione degli ultimi anni. Sulla panchina bianconera siede da qualche giorno l’ex centrocampista Andrea Pirlo, che va a sostituire Maurizio Sarri, silurato dopo aver conquistato il nono scudetto di fila. L’obiettivo è quello di vincere ancora in campionato e provare a portare a casa la prossima Champions League.

Per fare ciò l’allenatore vuole rivoluzionare il centrocampo. Pjanic è andato al Barcellona, Matuidi ha scelto di ripartire dalla Mls e dagli Stati Uniti, Khedira ha un piede fuori dal progetto, tanto che sta trattando la rescissione del contratto, e pure su Ramsey qualche dubbio resta. Le novità sono, al momento, Arthur, che secondo il tecnico può giocare regista o mezzala, e Kulusevski, lui ancora più jolly, che può fare l’interno di centrocampo, il trequartista e l’esterno d’attacco. Le certezze, in ogni caso, sono Bentancur, il migliore centrocampista della passata stagione, e Rabiot, che con un finale in crescendo si è guadagnato la conferma. lmeno un altro volto nuovo, in ogni caso, ci sarà. E all’orizzonte riappare l’identikit di Leandro Paredes. Un vecchio-nuovo obiettivo mai scomparso dai radar del club bianconero.

L’argentino, classe ’94, grande amico di Paulo Dybala, è stato tra i protagonisti della cavalcata del Paris Saint Germain in Champions League ma potrebbe considerare anche una svolta nella sua carriera. Differenti, invece, le caratteristiche di Thomas Partey, gigante dell’Atletico Madrid che è entrato nel mirino dei bianconeri. Convincere i Colchoneros non è operazione semplice, ma la Juve potrebbe mettere sul piatto Bernardeschi.

Il Napoli di Gattuso
Già a lavoro il Napoli di Ringhio Gattuso che, dopo i colpi Osimhen e Rahmani, attende sviluppi in sede di mercato. La squadra partenopea, come possiamo vedere attraverso le quote scommesse su starcasino, è una delle principali indiziate per la conquista dello scudetto. Per sostituire Josè Maria Callejon il Napoli avrebbe messo nel proprio mirino Jeremie Boga. Secondo le ultime notizie l'esterno potrebbe trasferirsi in azzurro per circa 25 milioni di euro più il cartellino di Gennaro Tutino, giovane attaccante azzurro che si trasferirebbe dunque al Sassuolo.

L'esterno d'attacco campano, che in questo momento si trova in ritiro con il Napoli in Abruzzo, è gradito a De Zerbi ed è stato dunque individuato come alternativa per sbloccare l'affare coi neroverdi. La volontà di Boga ha inciso su quella che è ormai una trattativa in dirittura d'arrivo: un grosso colpo per il Napoli che potrebbe così avere a disposizione un esterno che salta l’uomo e crea la superiorità numerica.

Conte resta all’Inter
Alla fine la storia tra l’Inter e Conte continuerà anche nella prossima stagione. Durante l’incontro tra le parti, Zhang ha saputo andare oltre lo sfogo di Conte dopo la finale persa di Europa League. Il tecnico aveva attaccato la dirigenza, non la proprietà, ma le sue parole restano una cicatrice e un preoccupante precedente. Il presidente però ha lavorato fin da subito per ricucire, inseguendo un mantra a cui Suning ha dimostrato di tenere molto fin dal suo arrivo a Milano: la “continuità“. È un’altra parola messa nero su bianco nel comunicato della società.

Dal punto di vista del mercato, Conte ha presentato una lista di calciatori alla dirigenza per tornare a vincere in Italia ed in Europa. Uno degli obiettivi è Sandro Tonali. Inter e brescia hanno già raggiunto l’intesa: affare da 35 milioni complessivi da chiudere in prestito oneroso con obbligo di riscatto, con probabile pagamento dilazionato in più anni per non andare a gravare sul bilancio. Un nome importante però può arrivare lo stesso e tutto porta ad Arturo Vidal: dopo il lungo inseguimento di gennaio, ora Vidal è ufficialmente fuori dal progetto del Barcellona, che ha invitato il cileno a trovarsi squadra e potrebbe anche liberarlo per pochi milioni di euro. Conte sarebbe felicissimo di riabbracciare il suo pupillo-guerriero, ma il cileno dovrà ridursi (e molto) l’ingaggio. L’ipotesi resta viva, come è sempre viva la pista Dzeko, anche se dipende dal futuro di Lautaro.

ALTRE NOTIZIE

CERCA NEL SITO

ULTIME GARE DISPUTATE