Il Tabellino

ORVIETANA – OLYMPIA THYRUS 1 – 0

ORVIETANA: Frola, Lanzi, Flavioni, Guinazu, Proietti, Fapperdue, Vicaroni (15’ Cotigni) (80’ Di Patrizi), Guazzaroni (69’ Keita), Sciacca, Bracaletti (88’ Boninsegni), Nicodemo (86’ Biancalana). All. Gianfranco Ciccone

OLYMPIA T. : Romanini, Condito, Pagliari, Federici, Giubilei, Kola, Dita (87’ Cubaj), Pigazzini, Tramontano, Agostini, Sugoni N. (69’ Rosauri). All. Marco Sugoni

Arbitro: Ilaria Possanzini di Foligno (Costantini – Baroni)

Marcatori: 84’ Bracaletti rig.

Il rigore di Bracaletti, sei minuti prima del novantesimo, regala tre punti di platino alla squadra biancorossa, ormai a un passo dal trionfo nel Campionato d’Eccellenza. I punti di vantaggio, dopo il pareggio odierno del Lama, sono diventati undici e mancano solo cinque giornate al termine. Quella con l’Olympia non è stata, certo, la migliore delle partite, ma poco conta. Il grosso del lavoro è stato fatto all’inizio ed è proseguito fino a scardinare le speranze, più o meno segrete, delle dirette rivali. “Chi mena per primo, mena due volte” recita un vecchio adagio, ripreso, alla lettera dai ragazzi in biancorosso. Peccato per l’infortunio occorso a Vicaroni, probabile lesione al ginocchio, costretto ad abbandonare dopo un quarto d’ora e per il contrattempo che non ha permesso a Danilo Greco, tra i primi attori della stagione, di prendersi i meritati applausi dal pubblico accorso per la giornata biancorossa. Il progetto iniziale di Ciccone, squadra un po’ più sfrontata, saltava con l’uscita di Vicaroni, rilevato da Cotigni, entrato bene in partita, poi rilevato da Di Patrizi, forse per il timore di un secondo giallo. Le idee c’erano, come pure la difficoltà a metterle in pratica, vuoi per la buona predisposizione dell’ Olympia e, soprattutto, dall’impossibilità di mascherare oltre il calo di energie fisiche e mentali, che è naturale per una squadra che ha fatto, dato e costruito tanto fin dall’inizio. Avaro di emozioni il primo tempo, quanto scoppiettante la parte finale della partita. I biancorossi volevano i tre punti, l’Olympia ha pure pensato al secondo sgambetto dopo quello dell’andata. La palla buona l’ha avuta Agostini, quando ha chiuso la lunga cavalcata, da una ripartenza improvvisa, con un sinistro potente e palla alzata da Frola oltre la traversa. L’Orvietana, dopo aver reclamato il penalty per atterramento di Nicodemo, vedeva concesso il secondo, dopo qualche minuto, quando Kola franava su Bracaletti che lo stava anticipando. Sul dischetto il capitano: palla da una parte e portiere dall’altra.

ALTRE NOTIZIE

CERCA NEL SITO

Eccellenza
Squadra Pt G
Orvietana 78 34
Lama 69 34
Narnese 68 34
Ellera 65 34
Pontevalleceppi 56 34
Sansepolcro 49 34
Nestor 48 34
Massa Martana 45 34
San Sisto 44 34
Castiglione Lago 43 34
Olympia Thyrus 42 34
Branca 41 34
Bastia 40 34
Angelana 37 34
Ducato Spoleto 35 34
Castel del Piano 33 34
Gualdo Casac. 20 34
F. Assisi Subasio 19 34

ULTIME GARE DISPUTATE