Il Centro Coordinamento Ternana Clubs prende posizione sul momento attuale in seno alla società rossoverde con una nota che riceviamo e pubblichiamo.

....UN SILENZIO ALLARMANTE....
Pur senza condividere molte delle scelte fatte durante la stagione passata, che si è conclusa come purtroppo tutti sappiamo, il CCTC è stato sempre al fianco dei colori e della maglia, cercando di evitare polemiche e tensioni. Ma ora, che c’è da programmare una stagione che non potrà essere per quanto ci riguarda che di riscatto, tutto cambia e il credito nei confronti della società è finito; ora vogliamo i fatti concreti.
Con la conferma di Capozucca, si è messo a posto il primo importante tassello, ma questo non basta assolutamente. Occorre individuare subito l’allenatore (e il profilo di un esordiente totale come Abate, verso il quale non ci permettiamo di esprimere giudizi, ci sembra un segnale pessimo nell’ottica di provare a risarcire una piazza umiliata e depressa con una retrocessione) col quale valutare la rosa e soprattutto alcuni importanti giocatori (e relativi contratti) in rientro; dopodiché costruire una Ternana competitiva per un prossimo campionato da protagonisti.
Lo scorso anno si sono scontati ritardi per tutta una serie di motivi, che si sono rivelati poi purtroppo fatali, e questa volta perdere di nuovo tempo non avrebbe alcuna scusante. Sono passate ormai tre settimane dalla fine del campionato, ma di conferenze programmatiche neanche l'ombra. Escono dalla società, anche se qualificate, isolate voci, ma non ancora l’unica che dovrebbe indicare a chiare note i prossimi passi sia sul versante squadra che su quello del progetto stadio/clinica ( che deve andare di pari passo con quello sportivo, e non essere il primario, pensando nel frattempo di vivacchiare nei meandri della serie C), e questo è inammissibile; nessuno pensi di usare per altri fini il titolo sportivo ed il valore sociale di questo patrimonio di passione che è la Ternana.
Meno incarichi e sotto incarichi (ben retribuiti) amministrativi, che sembrano aver ingessato la società e più investimenti in poche, ma capaci ed esperte figure tecniche e gestionali.

ALTRE NOTIZIE

CERCA NEL SITO

Serie B
Squadra Pt G
Parma 76 38
Como 73 38
Venezia 70 38
Cremonese 67 38
Catanzaro 60 38
Palermo 56 38
Sampdoria 55 38
Brescia 51 38
Cosenza 47 38
Sudtirol 47 38
Modena 47 38
Reggiana 47 38
Pisa 46 38
Cittadella 46 38
Spezia 44 38
Ternana 43 38
Ascoli 41 38
Bari 41 38
Feralpisalò 33 38
Lecco 26 38

ULTIME GARE DISPUTATE