E' un Danilo Petrucci più attento a trovare il feeling con la sua KTM piuttosto che il risultato cronometrico. Il pilota ternano si è mosso nelle prove libere sul circuito di Portimao seguendo questo tipo di filosofia. Nelle FP1 Petrux, sull'asfalto bagnato, ha chiuso tra i primi 10; poi alle fine delle FP2, più attendibili del precedente turno, si è dovuto accontentare della 18ma posizione in 1:41.187 ad appena 4 millesimi dalla KTM del team ufficiale di Brad Binder. Mentre Miguel Oliveira, vincitore in casa nel 2020, si trova dentro la Q2 avendo ottenuto il 9° tempo. Davanti a tutti c'è Pecco Bagnaia su Ducati, davanti a Quartararo (Yamaha) e al Campione del Mondo in carica Mir (Suzuki). Marc Marquez, al rientro, si è preso il sesto tempo.

Queste le dichiarazioni di Petrucci al termine della prima giornata di prove: "Purtroppo il turno di questa mattina è stato buttato via per le condizioni del tracciato, quello che posso dire è che ho bisogno di più stabilità in frenata dato che avverto grande trasferimento di carico all'anteriore. Siamo però sulla strada giusta, non sono preoccupato. In questo momento sono concentrato nel trovare le giuste sensazioni in sella alla moto. Al momento non ho ancora un assetto ottimale, ma voglio essere fiducioso. Gurdando la classifica i distacchi sono contenuti. La spalla va meglio (quella lussata in Qatar n.d.r.), sono solo un po' stanco e ho dolore al braccio destro. Ma non ho problemi fisici al momento. La cosa che mi dispiace è non essere riuscito a sfruttare al meglio la gomma morbida al posteriore, dato che con quella usata sono stato in grado di essere veloce e il passo era buono. Abbiamo però un piano per cosa fare sabato".

ALTRI ARTICOLI

CERCA NEL SITO

ULTIME GARE DISPUTATE

Serie C gir.C
38a di campionato, 2/5/2021
Ternana - Juve Stabia 3 - 4