Le parole di mister Cristiano Lucarelli alla vigilia della gara di domani sera al Liberati contro la Juve Stabia:

"Ho detto ieri anche ai ragazzi che per noi con queste ultime tre partite inizia la Serie B. Contro due squadre che ritroveremo nella categoria superiore e la Juve Stabia che incontreremo domani e che ambisce a salire vincendo i playoff. Per noi è una partita importante, dalla quale abbiamo bisogno di risposte. Saremo chiamati a fare delle scelte più avanti e quindi domani inizia un ciclo di partite che ci farà fare delle valutazioni su quello che potrebbe essere il futuro dei giocatori. Mi auguro non si ripeta un'altra partita a bassa intensità come abbiamo fatto a Monopoli. Oltre tutto contro una squadra che nel girone di ritorno in trasferta ha fatto più punti di noi, vincendole tutte. Un particolare non trascurabile visto che ha avuto un rendimento migliore rispetto al nostro nelle partite fuori casa nel girone di ritorno.

Abbiamo bisogno di avere conferme su chi può dare le giuste garanzie per il prossimo campionato, in bilico non c'è nessuno ma potrebbero andarci anche quei giocatori che magari si pensava fossero sicuri. Per noi domani comincia la Serie B, comincia un lavoro di avvicinamento alla categoria superiore.

Io lavoro per la Ternana, ho il contratto per questo e il prossimo anno, in maniera professionale a prescindere dalle sorprese che poi il futuro potrebbe riservare. E mi pare professionale lavorare fino al giorno del rompete le righe e per organizzare il ritiro in vista del prossimo campionato. La mia volontà è quella di proseguire questo percorso per tutta una serie di valutazioni, poi sapete bene che esistono nel calcio delle situazioni eccezionali e che nessuno magari aveva messo in preventivo. Ovviamente alla fine di questa stagione ci dovrà essere un confronto sulla programmazione, sugli obiettivi, che sarà sicuramente quello di salvarci all'ultimo secondo dell'ultima giornata di campionato. Mantenere la categoria e come ci organizzeremo per centrare questo obiettivo, con quali correzioni. Al momento il mio pensiero è quello di vincere la partita di domani e di vincere la Supercoppa. Poi una volta messo tutto in archivio ci sarà da ragionare su quello che sarà il mio futuro e quello della Ternana, che è la mia priorità.

Noi veniamo da 9 vittorie consecutive per cui nessuno penso potrà mettere in dubbio la nostra serietà e la nostra volontà di vincere nonostante gli sforzi fatti e aver vinto il campionato già da un mese. La concentrazione è rimasta inalterata. Sulla professionalità dei nostri calciatori non c'è nulla da dire. Abbiamo ancora qualcosa da chiedere in termini di numeri a questo campionato sia a livello di singoli che di squadra. Abbiamo la necessità d'iniziare a preparare la Serie B e queste ultime tre partite ci chiariranno ulteriormente le idee su quello che andremo a fare. Ci sono tutte le premesse per continuare ad onorare il campionato. La Juve Stabia, il Catania e la Ternana dal punto di vista dei risultati sono le squadre più in forma del campionato. Affronteremo una squadra tosta, quando riparte ha una gamba che può far male. Ovviamente non sarà una gara semplice. Faccio i complimenti a Pasquale Padalino per il suo campionato e voglio fargli i complimenti per la serietà ed onestà con la quale commentò il post partita della gara d'andata. E' stata una delle poche persone che ha riconosciuto la forza dell'avversario. Dopo averne lette e sentite di tutti i colori negli ultimi tempi apprezzo la sua onestà intellettuale.

Ci tengo ad elogiare le parole di Padalino e la serietà con cui ha analizzato non solo la nostra partita. E' una persona che riesce a valutare anche meglio di me le situazioni. Non mi interessa ad andare a rispondere a delle polemiche fatte la scorsa settimana. Mi interessa valorizzare la parte positiva del calcio".

Chi giocherà con la Juve Stabia? "Abbiamo problemi numericamente a centrocampo, ma in emergenza possiamo mettere lì Kontek o rispolverare il buon Defendi. Non escludo che in un paio di volte in allenamento ci ho provato anche Falletti visto che non ha la condizione del girone d'andata. Spesso viene a prendere la palla dai difensori così ce l'ho provato. In caso di necessità possiamo arrangiarci. Non sono per piangermi addosso, sono per trovare le soluzioni o lavorare per trovare le soluzioni. Per quanto riguarda Proietti ancora non si è capito se la Supercoppa è la prosecuzione del campionato o meno. Lunedì ci sarà il sorteggio e cercheremo di capire se potrà essere schierato oppure no".

"Tornando al futuro in cuor mio so cosa vorrei. Mi lascio lo spazio così che nessuno potrà dire che Lucarelli non lo aveva detto. La volontà è quella di continuare, a parità di tante cose su cui dovremo confrontarci: questione stadio, campi di allenamento, crescita, gente che va e che resta. Ho bisogno di chiarezza. Questa è una società con la quale si può programmare e fare calcio anche se in questo momento le strutture sono ancora da creare. A me non fa impazzire che la squadra si alleni in un campo non regolamentare in sintetico. Ci sarebbe bisogno di altre situazioni in linea con il campionato che andremo a fare. Ma anche in ottica futuro. Se la Ternana dovesse andare in A non so nemmeno se potrà giocare su questo stadio. Ci potrebbe essere bisogno che la Ternana abbia bisogno di campi di allenamento. Siamo sempre alla ricerca di struttura. A me non fa impazzire che la squadra si alleni su un campo non regolamentare, in sintetico. Servirebbero altre situazioni in linea con il campionato da fare. Siamo sempre alla ricerca continua di strutture. Avevamo chiesto disponibilità a Marmore, ora ad Acquasparta. Abbiamo la fortuna di avere un presidente che non bada a spese per far star bene la squadra e farla crescere. Dobbiamo parlare di tante cose sennò il margine di crescita è limitato. Abbiamo la fortuna di avere un presidente che non bada a spese per far star bene la squadra, per consentirle di crescere e migliorarsi. Conosco Terni nel successo, vorrei conoscerla nell'insuccesso. Saremo pronti l'anno prossimo a fare 4 sconfitte di fila? L'aspetto sentimentale invece mi dice di continuare. Sia chiaro la società mi ha messo a disposizione tutto l'occorrente per lavorare al meglio in questa categoria. Ora facciamo il salto di categoria. Sono convinto che il presidente costruirebbe anche ora stadio, centro sportivo e clinica. Lui come me vorrebbe vincere anche a chi sputa più lontano. Una società del genere Terni dovrebbe tenersela stretta. Al giorno d'oggi non è facile trovare una società che invece soldi in questa città. Arriverà un momento in cui ci troveremo davanti ai problemi. Marmore abbiamo avuto una disponibilità parziale: due volte a settimana. A noi ad agosto ci piacerebbe lavorare vicino a Terni per un mese con i tifosi al campo. Dopo tanto tempo con questo Covid ci dobbiamo riabituare".

Foto di Stefano Principi

ALTRI ARTICOLI

CERCA NEL SITO

Serie C gir.C
Squadra Pt G
Ternana 90 36
Avellino 68 36
Catanzaro 68 36
Bari 63 36
Juve Stabia 61 36
Catania 59 36
Palermo 53 36
Teramo 52 36
Foggia 51 36
Casertana 45 36
Monopoli 41 36
Viterbese 40 36
Potenza 39 36
Turris 39 36
Virtus Francavilla 38 36
Vibonese 36 36
Paganese 32 36
Bisceglie 30 36
Cavese 23 36
Trapani -1 0

ULTIME GARE DISPUTATE

Serie C gir.C
38a di campionato, 2/5/2021
Ternana - Juve Stabia 3 - 4