E' un Cristiano Lucarelli sorridente in sala stampa dopo la conquista della prima vittoria, ma già proiettato alla prossima partita. Quella in programma domenica al Liberati con la Spal.

"Direi che siamo stati abbastanza bravi, abbiamo lavorato difensivamente da squadra. Potevamo gestire meglio gli ultimi trenta metri, invece abbiamo sbagliato troppi cross, l'ultimo passaggio, la rifinitura e le conclusioni. Non siamo stati cattivi in modo tale da trovare il vantaggio nel primo tempo. Nello spogliatoio ho fatto i complimenti ai ragazzi per il lavoro di squadra che stavamo facendo. Poi, come ho detto a loro prima della partita, è il branco che fa la forza. Abbiamo tanti giocatori bravi, ma non eravamo mai riusciti ad essere squadra. Oggi ci siamo riusciti contro la più forte del campionato.

In Serie B è difficile che una squadra possa dominare l'avversario in 95 minuti. Oggi siamo stati bravi a difenderci da squadra con reparti giusti e stretti, cosa che non ci era riuscito nel primo tempo di Monza. Eravamo molto reattivi sulle seconde palle e questo ci ha permesso di arrivare dall'altra parte tante volte e portarli a correre. E' venuto tutto quello che avevamo preparato. E' mancata solo una giocata che pensavamo potesse venire fuori. Sulla loro destra non abbiamo mai trovato lo spazio per attaccarli.

Falletti erano tre anni che non faceva preparazione atletica ed è quello che sta pagando di più, soffre di più in assoluto. Dobbiamo allineare la condizione di tutti ad un livello accettabile. Sorensen era stato devastante fino a oggi che ha dominato l'area di rigore. I giocatori vanno aspettati. Se gli fai sentire la fiducia le risposte arrivano. Non abbiamo fatto niente, domenica c'è una partita molto complicata, anche loro continuano questa serie di partite con squadre importanti e forti, ma l'approccio alle partite dopo questi 4 punti sarà meno preoccupato rispetto ai primi 5 minuti di Monza. Quando hai la percezione di non stare bene fisicamente l'approccio è sbagliato. La testa comanda tutto. Sapevamo di questo inizio pericoloso e complicato, ma sapevamo che i risultati sarebbero arrivati. Il branco fa la forza, non c'era la convinzione di squadra che siamo forti. Piano piano ci stiamo riuscendo.

Il Parma palleggia molto e c'era bisogno di un uomo in più in mezzo al campo e Koutsoupias ha fatto una buona partita, ha risentito un po' il peso di una gara importante, contro il Parma, ti assorbe più energie nervose. Sta bene fisicamente, ha avuto solo un accenno di crampi.

Il 4-3-3? In queste due partite era giusto aiutare la squadra indipendentemente dai punti in classifica. L'abbiamo fatto mettendoci a tre contro il Monza. Non ci sono venuti bene i tempi di uscita. Non eravamo in condizione di fare un pressing intenso, andavamo troppo piano. Lo stesso discorso vale oggi. Il Parma è una squadra che ha mille risorse, cambi importantissimi e dovevamo cercare di chiudere tutte le linee di passaggio, chiedendo sacrificio alternato. Il Parma sviluppa dalla nostra parte sinistra e avrei messo in difficoltà Cesar se lo avessi tenuto sempre li, l'ho alternato con Furlan per gestire le energie.

Sono già concentrato per domenica, ho già visto troppi festeggiamenti e sono preoccupato.
Pettinari? Ha la dissenteria e abbiamo deciso di non convocarlo.

Avevo letto che la Ternana non aveva battuto il Parma. Sono preoccupato quando la Ternana ha sempre vinto contro una squadra. Siamo rimasti a galla nel momento di massima difficoltà, siamo rimasti lucidi e poi ci vuole sempre un pizzico di fortuna.

Il pubblico si è fatto sentire, è fondamentale. Abbiamo fatto il 2-0 e abbiamo subito preso il loro gol. Una squadra in riabilitazione come noi poteva subire il contraccolpo. Siamo stati bravi a non abbassarci e il pubblico ha fatto il resto sostenendoci e dandoci la voglia di tirare fuori l'ultima goccia di sudore. Ci è piaciuto il risultato, ma la prestazione mi ha abbastanza soddisfatto. Avrei evitato il gol e dobbiamo migliorare negli ultimi 30 metri, siamo ancora poco letali. Abbiamo squadra che creano meno di noi e segnano più di noi. Dobbiamo essere cinici e concreti, siamo forti davanti, dobbiamo fare più gol rispetto a quello che produciamo.

I due gol segnati a Buffon? Gigi è un amico, abbiamo fatto tante cose insieme anche fuori dal calcio. Penso che per questi ragazzi fare gol a uno come lui sia un qualcosa da ricordare. Gigi lo avevo chiamato anche per venire a Terni d'accordo con la società ma aveva già fatto con il Parma. Mi ha ringraziato perché mi ha parlato di questa sua passione per lo stadio e la tifoseria di Terni, ci aveva seguito l'anno scorso, sapeva molto di noi. Poi ha fatto la sua scelta giusta perché è cresciuto a Parma".

Foto di Stefano Principi

ALTRI ARTICOLI

CERCA NEL SITO

Serie B
Squadra Pt G
Pisa 19 8
Benevento 16 9
Cremonese 16 8
Lecce 16 9
Brescia 14 8
Frosinone 14 9
Perugia 14 9
Ascoli 14 9
Ternana 13 9
Reggina 13 8
Monza 13 9
Cittadella 13 9
Cosenza 11 9
Parma 10 8
Spal 9 8
Como 9 8
Crotone 7 9
Alessandria 7 9
LR Vicenza 3 9
Pordenone 1 8

ULTIME GARE DISPUTATE

Serie B
9a di campionato, 23/10/2021
Ternana - LR Vicenza 5 - 0
Eccellenza
10a di campionato, 17/10/2021
Narnese - Olympia Thyrus 2 - 1
Castiglione Lago - Orvietana 0 - 0
Promozione gir. B
7a di campionato, 20/10/2021
Montecastello Vibio - San Venanzo 0 - 1
Petrignano - Amerina 1 - 2
Montefranco - Montecastello Vibio 2 - 2
Julia Spello - Romeo Menti 2 - 0
C4 Foligno - Guardea 1 - 2
Athletic Bastia - Campitello 1 - 1
AMC 98 - Viole 0 - 3
Vis Foligno - Terni Est Soccer School 1 - 0