Il consiglio comunale di Terni ha approvato l'istituzione della Consulta dello Sport che era stata congelata a novembre scorso per frizioni interne alla maggioranza. Anche stavolta non sono mancati gli sgambetti perchč se č vero che la delibera per l'istituzione dell'organo dove si riuniscono associazioni ed enti affiliati al Coni che si occupano di promozione dello sport č stata approvata, la successiva votazione per l'immediata eseguibilitā non č andata a buon fine per la mancanza di un voto tra i banchi della maggioranza.

Approvati due emendamenti presentati dalla consigliera del Gruppo misto, Doriana Musacchi. Il primo chiedeva l'inserimento nel regolamento della figura di un delegato che sarā eletto dall'assemblea della consulta nella prima seduta convocata dal sindaco (per statuto presidente della consulta) al pari del vicepresidente. Il secondo emendamento inserisce proprio questa figura del delegato, accanto a presidente e vicepresidente, nel comitato esecutivo della consulta. Approvato anche l'emendamento della consigliera Lucia Dominici (Forza Italia) che inserisce un membro della minoranza e uno della maggioranza.

Lo scopo della consulta č permettere l'accesso a tutte le realtā sportive ternane che ne facciano richiesta e al tempo stesso coordinare, promuovere, sviluppare lo sport nel territorio. "Il mondo dello sport deve potersi autogovernare - dice il consigliere comunale di Senso Civico, Alessandro Gentiletti - per questo mi sono battuto in consiglio comunale, perché nella nuova Consulta il protagonismo fosse affidato alle associazioni e agli enti che ne faranno parte invece che, come purtroppo deliberato dalla maggioranza, al sindaco e all'assessora. Gli emendamenti che ho presentato insieme al Movimento 5 Stelle chiedevano che la guida della consulta fosse attribuita a chi la andrā a comporre. Attraverso la votazione, se fossero stati approvati, le associazioni e gli enti avrebbero potuto eleggere il presidente della Consulta. Invece la maggioranza ha preferito ancora una volta istituire un organo debole, dove la cittā č per l'ennesima volta invitata come ospite della politica. Un peccato, oltre che un segno di debolezza. Tanto pių in una cittā come la nostra in cui la rete sportiva č forte, attiva e vivace e deve poter giocare un ruolo decisivo, invece che essere messa ai margini ed ignorata".

ALTRI ARTICOLI

CERCA NEL SITO

ULTIME GARE DISPUTATE

Eccellenza
34a di campionato, 8/5/2022
Orvietana - Ducato Spoleto 1 - 1
Olympia Thyrus - Nestor 4 - 2
Narnese - Massa Martana 4 - 0
Promozione gir. B
33a di campionato, 15/5/2022
Vis Foligno - Amerina 0 - 0
Todi - Romeo Menti 0 - 0
Terni Est Soccer School - Viole 3 - 0
Superga 48 - Guardea 1 - 0
San Venanzo - Julia Spello 3 - 1
Montefranco - Petrignano 2 - 0
Montecastello Vibio - Campitello 1 - 5
AMC 98 - C4 Foligno 2 - 3