Ecco le parole di Cristiano Lucarelli nella conferenza stampa dopo la firma sulla lettera d'intenti sottopostagli del presidente della Ternana Stefano Bandecchi:

"La sensazione è che ci si sia concentrati molto sulla forma e non sulla sostanza. La lettera che più che altro è una condivisione di intenti. E' una novità nel calcio, ma posso assicurare che succede molto di peggio: allenatori che pagano per allenare, allenatori che portano sponsor per allenare e genitori che pagano per far giocare i figli. Rientra nell'entusiasmo e voglia di vincere del presidente. Una volta letta, qualcosa abbiamo sistemato. Da Bolzano a Caltanissetta hanno parlato di questa lettera, non devo dare spiegazioni. Io sono schietto dico in faccia quello che penso alle persone. Lo faccio, lo continuerò a fare. Capisco il clamore, ma ci si è concentrati poco sul contenuto. Non mi toglie niente della mia integrità morale e professionale. Se ho fatto questa scelta credo di avere dei motivi validi. Chi ha parlato mai di sconvolgere la squadra, un mese fa non c'erano questi discorsi, si parla di 4 under, quindi è un punto in più. Oggi siamo ad un numero un po più elevato. Viene messo in chiaro che la squadra verrà allestita dal direttore sportivo. E' normale è pagato per farlo. Giusto metterlo per scritto. C'è scritto dei moduli. Noi dobbiamo andare a fare il mercato. Si individuano dei moduli che possono esaltare al massimo le caratteristiche di questa squadra. Le caratteristiche dei nostri attaccanti non sono da 3-5-2. Lo abbiamo fatto e l'ho fatto anche contro la volontà del presidente. Quando alla vigilia di Cosenza gli ho detto che avremmo giocato 3-5-2 non ha fatto i salti di gioia. Da lì abbiamo intrapreso un percorso che ci ha portato a fare tanti punti nel girone di ritorno. Il modulo che per me sarà la base per quest'anno sarà il 4-3-2-1 con Partipilo e Falletti dietro la punta. Palumbo mezzala. Abbiamo quattro giocatori molto forti per la categoria ma molto anarchici, nessuno partecipa alla fase difensiva. Abbiamo cercato un abito che potesse supportare questa anarchia tattica. Tanti si aspettavano di ripartire con il 3-5-2 per 7 partite buone. Non potevamo buttare via un anno e mezzo di lavoro con ottimi risultati. Credo di essere stato coerente. Pensavamo di averla rafforzata per il 4-2-3-1. Ma i risultati, anzi l'interpretazione non è andata. Sono stato coerente fino a gennaio. Poi ho segnalato quello che serviva per andare avanti con quel sistema. La società ha delle linee guida nel mercato che condivido al 99%. Le squadre si fanno in estate. A gennaio abbiamo avuto problemi e abbiamo inserito un difensore. L'altra nota importante della lettera è che avrò due campi in erba per i quali la società ha investito molto. Abbiamo avuto molte problematiche nel fare una doppia seduta sul sintetico. Il presidente mi ha detto che è disposto a rafforzare lo staff tecnico. Non parlare di salvezza? Giusto. La Ternana quest'anno ha fatto il suo apprendistato. Lo dicono i numeri. Se qualche volta avessimo giocato per non vincere o non perdere forse avremmo fatto qualche pareggio in più. Portando a casa quanto? 5 punti? Il Presidente dice di dover migliorare la fase offensiva? Abbiamo segnato 164 gol in due anni. Dice poi che dobbiamo migliorare la fase difensiva. Vero. Ma occhio 36 gol li abbiamo presi in 8/9 partite. Fermo restando che è un dato che va abbassato se vogliamo essere protagonisti. Sappiamo che per essere protagonisti dobbiamo subire massimo 45 gol mantenendo questa media realizzativa. Il baratto è stato che si pubblicasse questa lettera. L'ho voluto io che fosse diffusa. I motivi di questa scelta? Sicuramente la volontà di crescere. Questo giocattolo funziona da quando c'è Lucarelli e il suo staff. Mi sarebbe dispiaciuto che per il mio orgoglio fosse un altro a beneficiare del nostro lavoro, di una società ambiziosa. Mi immagino un colloquio con un presidente ambizioso e mi immagino di sentirmi dire le stesse cose da Bandecchi. Se si tratta di coltivare un sogno l'ho provato già sulla mia pelle. Volevo portare il Livorno in Serie A e l'ho portato in Coppa Uefa. Volevo la Nazionale e l'ho ottenuta con il Livorno. Volevo fare qualcosa d'importante ho fatto il capocannoniere. Volevo venire a Terni abbiamo battuto 18 record. Volevamo vincere abbiamo ottenuto la Supercoppa. Ora voglio crescere, portare la Ternana in Serie A. Ci vorrà un anno, due o tre? Stiamo facendo un processo di crescita. Nessuno sa quando accadrà. Ora con le garanzie della società. Dovevo scegliere e ho fatto quello che ho ritenuto più opportuno. C'è anche un motivo nobile per cui sono rimasto ma non lo posso dire. La voglia di vincere ce l'abbiamo sempre avuta. E' stata un'annata piena di difficoltà. Tante le avete sapute, tante no. Adesso ci sentiamo pronti, pensavo lo fossimo già quest'anno".

"Se c'era la possibilità di non continuare insieme? "Sì certo, rischiavo di farmi sopraffare dall'orgoglio più che dalla logica. Sono stato lontano per riflettere e ho fatto una scelta di testa. Il presidente è stato bravo. Mi ha preso per il pelo giusto. Mi ha detto che se non fossi rimasto sarei stato un codardo. Questa volta è venuto lui invece che noi andare da lui. Alla fine gli ho fatto pure una battuta: gli ho chiesto se devo parlare con Bandecchi Instagram, Bandecchi interviste o Bandecchi persona. Ce ne sono tre! Gli piace stimolarci. So che se un giorno dovrà dirmi qualcosa di brutto non lo farà su Instagram. Quando ci siamo visti gli ho chiesto se voleva cacciarmi. Mi ha risposto che il mio stipendio non gli cambiava nulla pagarlo o non pagarlo".

"Nessun contrasto con il direttore sportivo, se pensate a un litigio è no, perché Leone l'avete visto sempre intatto. Per una crescita della società che ci debbano essere delle diverse opinioni di dialettica ci sta. Ci confrontavamo anche l'anno scorso quando si vincevano tutte le partite. Se si fosse sempre tutti d'accordo sarebbe un problema".

"Io voglio crescere. Voglio essere il terzo allenatore a portare la Ternana in Serie A. Poi voglio coltivare un sogno: arrivare ad allenare ai massimi livelli. E Bandecchi non è certo il peggior presidente al mondo. Chiedo di essere un bravo allenatore e coltivare il sogno della Serie A. E di allenarmi nel centro sportivo della Ternana".

ALTRI ARTICOLI

CERCA NEL SITO

Serie B
Squadra Pt G
Lecce 71 38
Cremonese 69 38
Monza 67 38
Pisa 67 38
Brescia 66 38
Ascoli 65 38
Benevento 63 38
Frosinone 58 38
Perugia 58 38
Ternana 54 38
Cittadella 52 38
Parma 49 38
Como 47 38
Reggina 46 38
Spal 42 38
Cosenza 35 38
LR Vicenza 34 38
Alessandria 34 38
Crotone 26 38
Pordenone 18 38

ULTIME GARE DISPUTATE