Terminate ai Prati di Stroncone le prime finali del Campionato Mondiale 3D di tiro con l'arco che hanno coinvolto, per la prima volta nella storia di questa manifestazione, i titoli iridati mixed team introdotti da World Archery lo scorso anno.
A questo primo appuntamento con le medaglie l'Italia si è fatta trovare pronta, considerando che su 4 finali, sono arrivate 4 medaglie: un oro, un argento e due bronzi. Un ottimo avvio, considerando che dopo la gara di qualifica di ieri 6 azzurri si sono già qualificati per le semifinali individuali e che tutti gli altri 18 saranno in corsa domani per le eliminatorie individuali che decideranno gli altri due semifinalisti delle quattro divisioni in gara: arco nudo, compound, arco istintivo e longbow.
Venerdì si disputeranno invece le sfide a squadre e, anche in questo caso, l'Italia sarà in gara con entrambi i terzetti: Giulia Barbaro, Irene Franchini e Cinzia Noziglia sfideranno ai quarti la Spagna (Garrido Lazaro, Guerrero Sanchez, Minyano Miquel); Marco Bruno, Giuliano Faletti e Giuseppe Seimandi sfiderà la Svezia (Anderle, Domeij, Pedersen).


LE MEDAGLIE AZZURRE
Oro compound Franchini-Bruno
Il titolo iridato conquistato dall'Italia nella prova a squadre miste arriva dagli specialisti del compound Irene Franchini e Marco Bruno. Il duo azzurro ha prima superato in semifinale la Francia (Bouteleux, Albanese) 85-83 e poi è riuscito ad avere la meglio all'ultima freccia sull'Austria (Ronacher, Wiener) vincendo 84-80. Dopo un avvio equilibrato ma in salita frutto dei seguenti parziali 22-21, 22-21, 21-21, gli azzurri sono arrivati alla quarta ed ultima piazzola sotto di 2 punti, ma hanno saputo sfruttare senza esitazioni l'incertezza degli avversari che, nelle ultime due frecce, colpiscono un 10 e un 5, mentre Franchini e Bruno mettono a segno un 11 e un 10 che valgono il titolo mondiale e i festeggiamenti di tutta la truppa italiana.
Medaglia di bronzo per la Francia, che supera la Danimarca 85-82.

Argento longbow Barbaro-Faletti
Per il duo del longbow composto da Giulia Barbaro e Giuliano Faletti è invece arrivato l'argento. I due azzurri hanno superato in semifinale l'Argentina (Noale, Lopez) 53-51 e poi hanno affrontato nella finalissima la Spagna (Garrido Lazaro, Fernandez Alvarez) che ha avuto la meglio per 73-61. Dopo un'ottima partenza che li porta in vantaggio di 3 punti (21-18), gli spagnoli pareggiano il conto nella seconda piazzola con il parziale di 16-19 e vanno in vantaggio nella terza chiudendo con lo stesso parziale 16-19. Nella quarta piazzola gli azzurri non riescono a ribaltare: anche il quarto parziale è infatti a favore degli iberici (10-15).
Medaglia di bronzo per l'Austria che ha avuto la meglio sull'Argentina per 66-61.

Bronzo arco nudo Noziglia-Seimandi
Cinzia Noziglia e Giuseppe Seimandi, entrambi già qualificati per le semifinali individuali, si guadagnano la medaglia di bronzo nella divisione arco nudo. Gli azzurri sono stati superati in semifinale dalla Svezia (Asell, Lundmark) 72-70, ma hanno avuto la possibilità di rifarsi, andandosi a giocare il terzo posto contro gli USA (Girard, Colloms). La sfida con gli statunitensi premia il duo italiano che si aggiudica il bronzo vincendo il match 79-72: gli avversari erano andati in vantaggio dopo il primo parziale concluso 20-21, ma Noziglia e Seimandi ribaltano l'inerzia della partita con il secondo parziale (22-20), per poi allungare il passo nelle successive due piazzole: 19-18 e 18-13.
Il titolo iridato se lo aggiudica la Svezia che supera la Francia con lo stesso punteggio con cui i portacolori delle Fiamme Oro e delle Fiamme Azzurre avevano vinto il bronzo: 79-72.

Bronzo arco istintivo Vannini-Soria
Nell'arco istintivo Sabrina Vannini (Arcieri Città di Terni) e Fedele Soria sono stati superati in semifinale dalla Spagna (Vasco Inigo, Marco Rubio) per 79-52, ma sono poi stati in grado di far valere tutta la loro voglia di rivalsa nella finale per il bronzo contro la Gran Bretagna (Monteith, Cullen). La finalina si conclude 69-64 in favore degli azzurri in un match deciso all'ultima piazzola. I britannici arrivano agli ultimi tiri in vantaggio di 3 punti (54-52), dopo aver vinto il primo parziale 21-18, e aver pareggiato gli altri due 18-18 e 15-15. L'Italia riesce però a ribaltare la situazione sull'ultima sagoma, imponendosi con il parziale di 18-10.
Il titolo iridato lo vince l'Austria, vincente sulla Spagna 70-64.

PROGRAMMA - Domani, giovedì 8 settembre, si disputeranno per tutto il giorno i turni eliminatori individuali al termine dei quali verranno stabiliti tutti i semifinalisti di sabato. Venerdì si svolgeranno invece i quarti, le semifinali e le finali a squadre, sempre ai Prati di Stroncone. Sabato 10 settembre, nel Parco Archeologico di Carsulae, la giornata di chiusura con le semifinali e le finali che assegnano i titoli iridati individuali.
Tutte le sfide di sabato verranno trasmesse, grazie alla produzione di YouArco, in diretta streaming sui canali della Federazione Internazionale.

ALTRI ARTICOLI

CERCA NEL SITO

ULTIME GARE DISPUTATE

Serie B
7a di campionato, 1/10/2022
Cittadella - Ternana 0 - 2
Eccellenza
5a di campionato, 2/10/2022
Sansepolcro - Narnese 3 - 3
Foligno Calcio - Olympia Thyrus 0 - 0
Promozione gir. B
4a di campionato, 2/10/2022
Vis Foligno - Amerina 2 - 1
Terni F.C. - Athletic Bastia 3 - 0
Spoleto - Guardea 1 - 0
San Venanzo - Real Avigliano 0 - 0
Ducato Spoleto - AMC 98 2 - 3
Bastia - Campitello 1 - 1
Sporting Terni - Bastia 1 - 0