Ha deciso di mettersi in gioco "per vedere se sono capace di ripetere quello che ho fatto".

Aurelio Andreazzoli accetta la sfida della Ternana e come prima cosa fa capire chiaramente di che pasta è fatto l'uomo prima ancora che il tecnico: "I presenti fanno la differenza. Se sono fatti sentire presenti diventano importanti. Se non ti senti considerato non rendi. Noi dobbiamo far sentire importante tutti".

Il magazziniere come il titolare fisso, quello che gioca meno come i colleghi giornalisti che pure loro fanno parte del mondo rossoverde: "Il magazziniere è importantissimo. Se noi stiamo bene, sta bene lui e viceversa. Se ci sono resistenze, se non c'è feeling o condivisione è un tarlo che s'insinua".

Dentro lo spogliatoio il nuovo tecnico delle Fere ha trovato disponibilità sin da subito. Dopo l'esordio sfortunato a Venezia, Andreazzoli farà il suo debutto al Liberati domani sera contro il Cagliari: "Le squadre sono importanti, hanno individualità forti. Noi però non abbiamo calciatori scarsi".

Parla di tattica quanto basta: "A Venezia siamo andati in campo con il 4-3-1-2 e siamo rimasti soddisfatti. Ma il sistema si sceglie in base alle caratteristiche dei calciatori. Anzi, alleneremo anche qualcosa di diverso. Le gare si sa sempre come cominciano ma non si sa mai dove portano".

Una prima indicazione importante, però, la dà sulla metodologia di lavoro: "Preferisco l'erba. L'antistadio è in buone condizioni, ma un pò stretto, a me piace lavorare in ampiezza sempre. Al telefono avevo chiesto di sistemare Campomaggio. Quando sono arrivato qui siamo andati con Leone a vedere e le maestranze si erano già messe a lavorare. Parlavamo con il vice presidente di creare una struttura definitiva. Ho visto il progetto, speriamo di metterci i piedi".

Campionato difficile? "Sì. Ci sono squadre attrezzate da subito e accreditate. Ad Empoli arrivai più tardi, era il 17 dicembre, con la squadra a 5 punti. Poi la fuga l'abbiamo fatta noi. Non voglio fare paragoni però si può fare. La società non vuole accontentarsi. Io men che meno. Tutti insieme abbiamo voglia di fare molto. Quanto presto ci riusciremo lo dirà il campo. A me piacerebbe restare nel gruppo delle contendenti".

Situazione dell'infermeria: Donnarumma e Favilli fuori, così come Capuano naturalmente, Defendi ha fatto ieri il primo allenamento. Proprio sul capitano, Andreazzoli regala una battuta che fa sorridere la sala stampa: "Ieri l'ho salutato e gli ho detto 'oh siamo quasi coetanei e non mi vieni nemmeno a salutare?".

Tranquillità, serenità, pacatezza e puntualità nelle risposte. Oltre ovviamente a tanto, tanto lavoro. L'era di Andreazzoli alla Ternana entra nel vivo.

Ternana, l'Andreazzoli pensiero: "Nel gruppo bisogna far sentire tutti importanti allo stesso modo"




Ternana, il modulo Andreazzoli: "Base 4-3-1-2, ma le partite si sa come cominciano non dove portano"



Ternana, Andreazzoli e il siparietto con capitan Defendi: "Vienimi a salutare che siamo coetanei"

ALTRI ARTICOLI

CERCA NEL SITO

Serie B
Squadra Pt G
Frosinone 48 22
Genoa 40 22
Reggina 39 22
Sudtirol 35 22
Bari 33 22
Cagliari 32 22
Ternana 32 22
Pisa 31 22
Palermo 31 22
Parma 30 22
Modena 28 22
Ascoli 26 22
Como 26 22
Brescia 25 22
Spal 24 22
Cittadella 24 22
Benevento 23 22
Perugia 23 22
Venezia 21 22
Cosenza 21 22

ULTIME GARE DISPUTATE

Serie B
22a di campionato, 28/1/2023
Ternana - Modena 2 - 1
Eccellenza
22a di campionato, 29/1/2023
Olympia Thyrus - Foligno Calcio 3 - 1
Narnese - Sansepolcro 1 - 1
Promozione gir. B
21a di campionato, 29/1/2023
Guardea - Spoleto 0 - 3
Campitello - Bastia 0 - 1
Athletic Bastia - Terni F.C. 1 - 4
Amerina - Vis Foligno 0 - 2
AMC 98 - Ducato Spoleto 2 - 1
Real Avigliano - San Venanzo 0 - 1
Bastia - Sporting Terni 3 - 2