Mazzata del Giudice sportivo sulla Pro Ficulle dopo le 6 espulsioni (4 di giocatori in campo e 2 tra quelli in panchina) comminate dall'arbitro Garofalo di Perugia nella gara interna con il Del Nera, terminata sul punteggio di 1 a 1. Sono 17 in totale le giornate di squalifica più la sanzione di 900 euro alla società e i provvedimenti a carico di dirigenti.

10 giornate di squalifica per Giacomo Topo, 2 a testa per il capitano Daniele Galletti e per Mattia Leonardi, 1 turno ciascuno per Massimiliano e Diego Pagnotta e Davide Marini.

LE MOTIVAZIONI

Euro 900,00 PRO FICULLE
Perchè a partire dal 29º del primo tempo, i propri sostenitori (ed anche un dirigente non compiutamente identificato) contestavano vibratamente nei confronti dell'arbitro ricoprendolo - altresì - di insulti. Al 48º del secondo tempo, altresì, accendevano 3-4 fumogeni e li tiravano in campo. A fine gara, inoltre, mentre l'arbitro si dirigeva verso gli spogliatoi, i citati tifosi iniziavano a minacciarlo gravemente, tanto da costringerlo a richiedere l'intervento dei Carabinieri i quali, giunti sul posto decidevano di scortare l'arbitro fino alla stazione dei Carabinieri di Fabro. Al momento di abbandonare l'impianto sportivo, nonostante la presenza dei carabinieri, detti tifosi sputavano sull'autovettura dell'arbitro colpendola in più parti, facendola oggetto anche di un calcio sul lato sinistro posteriore.

10 GIORNATE A GIACOMO TOPO Perché, al 48º del secondo tempo, dopo aver percorso diverse decine di metri, si fiondava contro l'arbitro minacciandolo ripetutamente. Subito dopo si poneva minacciosamente testa contro testa nei confronti del Direttore di gara facendolo indietreggiare e spintonandolo - altresì - tre volte al petto. Fermato dai compagni di squadra, continuava ad insultare e minacciare gravemente l'arbitro.

LA LETTERA DEL CAPITANO GALLETTI AGLI ORGANI FEDERALI

Mi chiamo Daniele Galletti e sono il capitano della ASD ProFiculle e sono qui a scrivere perché in tutta la mia umile carriera di calciatore dilettantistico non mi era mai capitato di assistere ad uno spettacolo così deprimente, si deprimente, perchè non ce aggettivo più azzeccato. Io ho esordito in prima squadra nel 1996 e tranne una piccola parentesi ho giocato sempre nella squadra del mio paese avendo collezionato più di 500 presenze e mi ritengo una persona leale e corretta, che ha sempre fatto dei valori della sportivitá e del rispetto uno stile di vita, tutto ciò confermato dal fatto che in tutto questo tempo avrò preso si e no quattro/cinque giornate di squalifica. Aver assistito ai fatti successi domenica mi ha fatto veramente male, talmente tanto da fermarmi a guardare mio figlio di 6 anni e pensare se fosse giusto o meno fargli proseguire questo sport. Quello accaduto domenica non ha nulla a che vedere con un arbitraggio, perché un arbitro deve fare questo "mestiere" nel modo più sereno possibile, invece quello che ha pensato di fare il Sig. Paolo Garofalo è stato di contribuire, minuto dopo minuto con minacce, sguardi intimidatori e una totale assenza di comunicazione, a portare gli animi di tutti all'incredulità e all' esasperazione. La totale mancanza di buon senso lo ha portato poi ad allontanare dal campo chiunque avesse avuto intenzione di aprire bocca e ad approfittare di qualsiasi minima situazione per punirci con cartellini rossi, aumentando cosi la nostra disperazione. Tutto questo tralasciando gli errori tecnici che chiunque può commettere. Darsi una spiegazione di tutto ciò non è semplice, forse deriva anche dal fatto che vige la leggenda che chiunque venga a Ficulle si trovi di fronte un ambiente incivile, portandosi cosi dietro atteggiamenti pregiudiziali, quegli atteggiamenti che mischiano l'inciviltà con la passione, quella passione che da domenica si è spenta spero, solo dentro di me e non nel resto di tutti quanti. Due indizi non è vero costituiscano sempre una prova, ma, in un piccolo paese dove, per il calcio, ci si autofinanzia, contribuiscono a montare la tensione.

ALTRI ARTICOLI

CERCA NEL SITO

Prima Categoria
Squadra Pt G
Romeo Menti 68 29
Tiber 61 29
Pro Ficulle 61 29
Todi 49 29
Guardea 46 29
Colonia 41 29
Castello 41 29
Ammeto 39 29
Real Avigliano 39 29
Via Larga Marsciano 38 29
Lugnano T. 33 29
Real S. Orsola 32 29
Del Nera 31 29
Olimpia Pantalla 30 29
Sangemini Sport 21 29
N. Attiglianese 10 29

ULTIME GARE DISPUTATE

Serie C gir.B
35a di campionato, 14/4/2019
Ternana - Sudtirol 1 - 1
Eccellenza
28a di campionato, 7/4/2019
Narnese - Orvietana 1 - 0
Promozione gir. B
29a di campionato, 14/4/2019
Viole - Giove 0 - 0
Terni Est Soccer School - Amerina 2 - 1
San Venanzo - Montefranco 2 - 0
Olympia Thyrus - Gualdo Casac. 2 - 3
AMC 98 - Campitello 1 - 2