Il Tabellino

ANGELANA – ORVIETANA 1-2

ANGELANA: Mazzoni; Bazzucchi (46’st Cammerieri), Marani, Nanni, Flavioni; Bartolini, Gambini, Stucchi; Barbacci (27’st Marchi); Morlandi (14’st Confessore), Passeri. A disp.: Faritti, Ceccarelli, Berardi, Konan, Cirocchi, De Santis. All. Sandreani.

ORVIETANA: Beccaceci; Paletta, Annibaldi, De Vitis, Bianco (14’st Simoncini); Bernardini, Dida (14’st Colangelo), Locchi (33’st Chiumarulo); Bertino (39’st Idromela); Danieli, Keita. A disp.: Kikkri, Lanzi, Sulimani, Matuzalem, Perquoti. All. Fiorucci.

ARBITRO: Aloi di Gubbio (Luppo di Perugia – Caravella di Perugia)

MARCATORI: 14’pt Dida (O), 21’pt Passeri rig. (A), 34’st Chiumarulo (O).

Ammoniti: Flavioni, Gambini, Bartolini (A); Bianco, Bernardini, Dida (O)

Quella odierna verrà ricordata come “domenica del primo”. Primo successo stagionale dell’Orvietana in trasferta, gol di Chiumarulo al suo primo contatto con la palla, che è poi la rete con la quale l’Orvietana ha vinto la partita. Su un campo non facile, giocando una partita condita di accortezza, aggressività e grande equilibrio tra i reparti. Stavolta ha prevalso la “squadra”, nel suo insieme, dove tutti sono andati oltre la sufficienza, anche se la lode va assegnata a De Vitis. Il quale ha calamitato palloni su palloni, sia di testa e altrettanto con i piedi, andando pure ad un passo dal successo personale. A confronto con la prestazione di sette giorni prima non c’è stata partita. Danieli sempre disponibile a tenere sotto pressione la retroguardia avversaria, Keita, Locchi e Bertino a formare la prima cerniera e puntuali nell’assistere il centravanti, Bernardini e Dida a protezione della retroguardia e ad inserirsi nella manovra offensiva. Squadra corta, con una difesa sempre attenta, l’esperienza di Annibaldi, la puntualità di Bianco e il solito, insostituibile Paletta, autore, tra l’altro, del preciso traversone per la testa di Chiumarulo, a fare la differenza. Ultimo della lista Beccaceci, poco impegnato e comunque autore della deviazione determinante, sul risultato di parità. Sbloccare il risultato era toccato a Dida, intervenuto di testa su una palla tagliata di Bertino, calciata dalla bandierina. Era il quarto d’ora, con l’Orvietana padrona della scena, poi, al minuto venti, la palla incocciava sul braccio di Dida, nell’unico momento di leggera confusione difensiva, per far decidere l’arbitro ad assegnare il rigore, poi trasformato da Passeri. L’episodio non cambiava l’inerzia della partita ed erano ancora i biancorossi a sfiorare il raddoppio con Bertino e De Vitis, che trovavano l’opposizione di Mazzoni e il rasoterra di Bernardini, uscito a fil di montante. Poi la ripresa, un po’ più equilibrata, ma con preferenza per L’Orvietana, rinfrescata con gli ingressi di gente dai piedi buoni, quali Simoncini e Colangelo. Ancora due lampi, uno per parte, con il colpo di testa opera di De Vitis fuori d’un nulla e la provvidenziale opposizione di Beccaceci, sul tocco di Passeri, partito, forse, in fuori gioco. Fiorucci giocava la carta Chiumarulo, già decisivo in altre partite. Mossa azzeccata, perché un minuto e mezzo dopo, su un’azione iniziata dalla sinistra, la palla perveniva, sul fronte opposto, a Paletta, inarrestabile nel cavalcare la fascia e poi confezionare il traversone in perfetta coincidenza con l’inserimento di Chiumarulo e il colpo di testa, imparabile per Mazzoni.

ALTRI ARTICOLI

CERCA NEL SITO

Eccellenza
Squadra Pt G
Tiferno 44 23
Spoleto 41 23
Narnese 38 23
Orvietana 37 23
Nestor 37 23
Trasimeno 35 23
Sansepolcro 35 23
Pontevalleceppi 33 23
Lama 32 23
San Sisto 29 23
Castel del Piano 29 23
Assisi Subasio 28 23
Ducato 27 23
Angelana 26 23
Gualdo Casac. 14 23
Ellera 11 23

ULTIME GARE DISPUTATE