Il Tabellino

ORVIETANA – ANGELANA 1 – 1

ORVIETANA: Frola, Biancalana, Flavioni, Guinazu, Greco, Fapperdue, Cotigni (70’ Di Patrizi), Guazzaroni (54’ Proietti), Sciacca, Bracaletti, Keita. All. Ciccone

ANGELANA: Cucchiararo, Pauselli, Bolletta, Bartolini, Lorenzini, Melillo, Lucaroni (67’ Acatullo), Ravanelli, Benedetti, Ventanni (74’ Fuso), Confessore (63’ Cascianelli). All. Riberti

Arbitro: Marco Mammoli di Perugia (Brizioli – Mariani)

Marcatori: 56’ Bracaletti rig. (O), 60’ Benedetti (A)

Note: Un minuto di raccoglimento e il dono di una maglia ricordo ai familiari per rendere omaggio al dirigente Vittorugo Pace scomparso da poco.

La classifica sorride all’Orvietana nonostante il pareggio cui l’ha costretta un’Angelana ultra-motivata. Il campionato vive il momento più caldo, quello nel quale si fanno i giochi e, in ogni partita, bisognerà provvedersi sempre meno del bello e delle tecnologie a vantaggio dell’antico elmetto e della baionetta. Ne sa qualcosa il Lama, sconfitto dall’Olympia Thyrus come successe all’Orvietana. Adesso si gioca per promozione o salvezza e di ciò occorrerà tener conto. La classifica continua a sorridere, i punti di vantaggio salgono a sei, ma servirà recuperare brillantezza ed energie mentali. Indubbiamente, la sconfitta dell’altra domenica aveva lasciato delle scorie, responsabili di rallentare i sincronismi degli ingranaggi fino ad ora quasi perfetti. In più, c’erano le assenze di Lanzi e Nicodemo cui, all’ultim’ora, s’è aggiunto il forfait di Vicaroni causa indisposizione. Keita, chiamato a sostituire l’uomo del triplete, è risultato uno dei pochi ad emergere da una generalizzata mediocrità. Non sono bastati né lui e nemmeno Greco e Fapperdue per tornare ai livelli abituali, essendo, quasi tutti gli altri, rimasti nella penombra. Una giornata storta ci può stare, in un campionato dove il trovarsi in testa da sempre porta con se, comunque, un grosso dispendio di energie. Importante recuperare, al più presto, Lorenzo Nicodemo, la cui freschezza può solo fare bene. La sosta, prevista tra quindici giorni, arriverà a proposito.
La partita ha stentato a decollare e il primo tiro verso la porta arriva dopo venti minuti, autore Guazzaroni. Fino al riposo predomina l’equilibrio con preferenza per l’Angelana, agonisticamente più determinata. L’Orvietana risente della penombra nella quale restano diversi protagonisti con i soli Greco, Fapperdue e Keita disposti ad uscire allo scoperto. Proprio Keita, al 56’, finisce giù per l’intervento di Cucchiararo in uscita, guadagnandosi il rigore. Bracaletti fa il suo ed il vantaggio sembra incanalare la partita su un binario più favorevole all’Orvietana. Non è d’accordo Benedetti che pareggia dopo quattro minuti con un numero di forza che lo porta a concludere verso Frola, oppostosi una prima volta con i piedi e battuto al secondo tentativo. Le squadre si allungano e ne guadagna lo spettacolo. Il centravanti ospite prova a ripetersi dopo nove minuti. Il pallonetto scavalca Frola costringendo Fapperdue al salvataggio proprio sulla linea. I cambi non modificano la sostanza ma l’Orvietana si fa più intraprendente mancando d’un soffio il gol della vittoria, quando il pallone toccato da Fapperdue, sugli sviluppi di un calcio piazzato, termina incredibilmente alto da cortissima distanza

ALTRI ARTICOLI

CERCA NEL SITO

Eccellenza
Squadra Pt G
Orvietana 78 34
Lama 69 34
Narnese 68 34
Ellera 65 34
Pontevalleceppi 56 34
Sansepolcro 49 34
Nestor 48 34
Massa Martana 45 34
San Sisto 44 34
Castiglione Lago 43 34
Olympia Thyrus 42 34
Branca 41 34
Bastia 40 34
Angelana 37 34
Ducato Spoleto 35 34
Castel del Piano 33 34
Gualdo Casac. 20 34
F. Assisi Subasio 19 34

ULTIME GARE DISPUTATE