Il Tabellino

CASTEL DEL PIANO – ORVIETANA 0 – 2

CASTEL DEL PIANO: Tamburini, Barluzzi, Proietti (25’ Patalocco), Moscatelli, Camilletti, Menchetti, Mancinelli, Mezzasoma, Perri, Gazzè (58’ Hysenaj), Bonaventura. All. Stefano Cardinali
ORVIETANA: Frola, Biancalana, Flavioni, Guinazu, Greco, Fapperdue, Proietti, Guazzaroni, Sciacca, Bracaletti (85’ Vicaroni), Keita (56’ Di Patrizi). All. Gianfranco Ciccone
Arbitro: Michele Coppola di Castellammare di Stabia (Silvioli – KrriKu)
Marcatori: Sciacca 30’, 65’.

Il bum-bum di Damian Sciacca sigilla l’affermazione dell’Orvietana a Castel del Piano. Gara in totale controllo, quella condotta dalla formazione di Ciccone, che ha concesso poco o nulla agli avversari. Un’aggressività soffocante, quanto disarmante, per spegnere sul nascere le iniziative dei padroni di casa, rimaste, sempre, a livello di intenzioni. Quasi una prova di forza, dopo il pareggio non esaltante con l’Angelana, quasi a ribadire come idee e energia siano ancora intatte. Il Lama, bloccato sul pareggio a Sansepolcro, è di nuovo distante otto punti con una partita in meno da giocare. Ha risolto Sciacca, tornato a ruggire dopo una breve pausa, con una rete per tempo. La prima alla mezz’ora, a chiudere un’ottima iniziativa sulla sinistra di Bracaletti, sul cui traversone rasoterra interveniva d’anticipo su difensore e portiere per poi concludere di forza con palla tra palo ed estremo difensore. Più spettacolare la seconda segnatura, una botta violenta, di prima intenzione, dal vertice destro dell’area, che mandava la sfera a insaccarsi nel sette, sul palo più lontano. Ha firmato l’argentino ma i meriti vanno equamente ripartiti tra tutti i protagonisti mandati in campo dall’allenatore. Tante cose belle, come il possesso prolungato e un fraseggio che ha riportato ai tempi migliori e pure un paio di momenti di leggera preoccupazione, una botta in testa rimediata da Greco risolta con suturazione fasciatura e l’infortunio a Keita, adesso in buona forma, costretto ad uscire causa la presumibile distorsione alla caviglia. Perché il terreno di gioco, piccolo e con un fondo irregolare, si è rivelato veramente infido. Ha giocato la formazione più collaudata, con Proietti a sostituire lo squalificato Cotigni. Per il resto tutte conferme, Biancalana in campo per Lanzi non ancora al meglio e l’utilizzazione di Di Patrizi e Vicaroni, tornato abile, in corso d’opera. Ha diretto, molto bene, Michele Coppola da Castellammare di Stabia. Sempre nel vivo del gioco, abile nel punire o sorvolare su falli veri o presunti, altrettanto nell’instaurare il dialogo con i giocatori.

Foto Orvietana Calcio

ALTRI ARTICOLI

CERCA NEL SITO

Eccellenza
Squadra Pt G
Orvietana 78 34
Lama 69 34
Narnese 68 34
Ellera 65 34
Pontevalleceppi 56 34
Sansepolcro 49 34
Nestor 48 34
Massa Martana 45 34
San Sisto 44 34
Castiglione Lago 43 34
Olympia Thyrus 42 34
Branca 41 34
Bastia 40 34
Angelana 37 34
Ducato Spoleto 35 34
Castel del Piano 33 34
Gualdo Casac. 20 34
F. Assisi Subasio 19 34

ULTIME GARE DISPUTATE