Per la Generali Futsal Ternana è uno degli elementi di cui ci si può far più affidamento per la presenza, la professionalità e la grande dedizione a lavoro, quasi maniacale. Prima giocatore per i primi tre anni dalla nascita della società disputando i campionati di serie C2, C1, B poi da due stagioni con la mansione di preparatore dei portieri, ruolo che ha ricoperto nella sua lunga carriera.

Alessandro Canestrini, colonna portante di questa società, insieme a Filippo Bonelli per via della squalifica di mister Federico Pellegrini, sabato scorso ha esordito come mister in seconda per la prima volta in serie B cercando di dare una mano al suo grande amico “Pippo” per guidare i ragazzi sul difficile campo del Futsal Ancona. L’esordio è stato decisamente positivo visto che la Generali Futsal Ternana è riuscita a vincere una partita fondamentale per gli obiettivi prefissati. Vinto e convinto e questa è la cosa che ha reso più orgoglioso i due ragazzi che fanno parte dello staff tecnico di mister Pellegrini. Avere il ruolo di secondo portiere si sa non è mai facile ma da giocatore “Canestro” ha sempre dimostrato tanta professionalità ed attaccamento alla maglia rossoverde non saltando mai un allenamento e senza mai lamentarsi per il poco minutaggio a sua disposizione. Nonostante ciò le soddisfazioni ci sono state, sia in campo quando è stato chiamato in causa sia per i trofei vinti. Insomma, Alessandro è un elemento fondamentale che qualsiasi spogliatoio di qualsiasi squadra vorrebbe con sé.

Si gode il momento Alessandro: “Sabato ho vissuto emozioni forti, essere al fianco di Bonelli in panchina per una partita così delicata mi ha reso felice e orgoglioso. Certo, sentivamo il peso della responsabilità sia per l’importanza del match sia perché sostituire mister Pellegrini non è mai semplice, la sua assenza, il carisma, l’energia che trasmette ai ragazzi si è fatta sentire. Alla fine è andata bene, oltre a giocare un ottimo futsal, soprattutto nella ripresa, abbiamo portato a casa tre punti vitali per il proseguo del nostro campionato. Sono molto fiducioso per il finale di stagione, il nostro destino ce lo creiamo da soli. Faccio il preparatore dei portieri da due anni, devo dire che è un ruolo bello ma allo stesso tempo delicato perché devi lavorare non tanto sulla tecnica ma soprattutto sulla testa dei ragazzi, è importante trasmettere la tranquillità giusta. Per la mia crescita prima da giocatore e poi da preparatore non smetterò mai di ringraziare Vanderlei Sonda e Daniele Di Stefano che mi hanno insegnato molto. Sono soddisfatto di tutti, a partire da Patrizio Fagotti che sta disputando un grande campionato, è un ragazzo con potenzialità enormi e il mio obiettivo personale è che lui possa fare il grande salto di qualità, giocare in categorie superiori un giorno, chissà magari con la maglia rossoverde. Mi fa un enorme piacere anche la crescita esponenziale di Lorenzo Paciaroni, il quale ha sempre calcato campi del regionale e quest’anno si è tolto anche delle soddisfazioni quando è stato chiamato in causa. Infine un plauso anche a Matteo Mingioni che si sta impegnando in ogni allenamento, crescerà sicuramente, ricordiamoci che è un 2004”.

ALTRI ARTICOLI

CERCA NEL SITO

ULTIME GARE DISPUTATE

Serie B
28a di campionato, 2/3/2024
Ternana - Parma 1 - 3
Eccellenza
24a di campionato, 3/3/2024
Tavernelle - Olympia Thyrus 0 - 1
Atletico BMG - Terni F.C. 3 - 4
Narnese - Castiglione Lago 1 - 1
Promozione gir. B
24a di campionato, 3/3/2024
Todi - Campitello 1 - 2
Sangemini Sport - Bevagna 0 - 2
Real Virtus - AMC 98 2 - 0
Guardea - Ducato Spoleto 0 - 2
Foligno Calcio - San Venanzo 0 - 0
Clitunno - Amerina 1 - 0