Niente da fare per la Generali Futsal Ternana categoria Under 17 che ieri, nella finale di Coppa Umbra disputata al Pala Paternesi di Foligno è stata sconfitta dal San Giustino. 8 a 1 il risultato finale al termine di una gara combattuta che ha visto la compagine giallorossa avere la meglio grazie ad una prestazione convincente da tutti i punti di vista, sia tecnico-tattici che caratteriali. I ragazzi di mister Pucci sono scesi comunque in campo con la massima concentrazione e voglia con le quali si sono sempre contraddistinti per l’intero arco della stagione ma non è servito a portare a casa il trofeo. C’è delusione ma allo stesso tempo tanta soddisfazione da parte della società del presidente Luca Palombi che al primo anno di settore giovanile ha avuto un percorso di crescita non indifferente che ha reso orgogliosi tutti i componenti della stessa. Agli ordini degli arbitri Marcellini e Ravanelli di Foligno dopo un’occasione di Luzzi è il San Giustino a passare in vantaggio grazie a Mancini. Il 2 a 0 porta la firma di Bacchi, risultato su cui si va al riposo. Nella ripresa Cruciani ha l’occasione per riaprire la gara ma dalla parte opposta Aglini fa 3 a 0 dopo un’azione magistrale orchestrata con Mancini. La Generali Futsal Ternana non ci sta e accorcia con Cruciani e va vicino al 2 a 3 con Luzzi ma viene punita da Bacchi in contropiede. Mister Pucci attua il portiere di movimento per recuperare la partita ma Aglini fa 5 a 1 a porta sguarnita. Nel finale i rossoverdi non hanno più benzina e i giallorossi dilagano con Gatti, Bacchi che firma la sua personale tripletta e ancora con Gatti direttamente su tiro libero.

Rammaricato ma allo stesso tempo soddisfatto per il percorso di crescita svolto il mister rossoverde Alessio Pucci: “in primis vorrei ringraziare i ragazzi perché mi hanno seguito sempre, in tutto l’arco dell’anno. Hanno sempre tenuto ad onorare questa maglia e li ringrazio di cuore per avere fatto questo percorso insieme. Un ringraziamento speciale va a Lamberto Gentili e Riccardo Mancinelli perché mi sono stati vicini e la società per avermi messo a disposizione tutte le strutture e il materiale per gli allenamenti. Non sono frasi di circostanza ma ci tengo veramente a ringraziare tutti i componenti. Oggi il San Giustino ha meritato di vincere la finale, nell’arco dell’anno abbiamo avuto due facce. La prima parte di stagione abbiamo imposto il nostro gioco, crescendo sempre di più dovuto al fatto che tutti ci siamo allenati con costanza e sacrificio. Nella seconda metà purtroppo molte persone non si sono allenate per motivi scolastici e fisici. Quando non c’è costanza si fa fatica perché poi quando incontri delle squadre che non fanno calcio a 5 ma calcio a 11 a livello fisico ci sono superiori però se faccio un’analisi obiettiva sono comunque soddisfatto perché in un anno abbiamo portato dei ragazzi in prima squadra e in Under 19. Ci siamo confrontati con realtà importanti come la Lazio con cui abbiamo fatto un’egregia figura quindi, per essere il primo anno in cui molti ragazzi non sapevano cosa fosse questo sport, in pochi mesi abbiamo fatto una crescita esponenziale. Il rammarico c’è perché volevamo portare a casa il primo trofeo a livello giovanile di questa società, mi prendo le mie responsabilità ma sono comunque felice perché in un anno ottenere questi risultati non è da tutti”.

Foto di Michele Pettorossi

ALTRI ARTICOLI

CERCA NEL SITO

ULTIME GARE DISPUTATE

Serie B
38a di campionato, 10/5/2024
Feralpisalò - Ternana 0 - 1