Ha sfogliato la solita margherita sul partecipare o no. Come le capita spesso, e per fortuna, hanno prevalso la determinazione sommata a quel fuoco che racconta arderle dentro ogni qualvolta c’è l’approccio a una competizione è importante. Per questo e tanto altro, da qualche ora, Valeria Pedetti, è Campionessa Europea di Marcia sui 3000 mt. indoor (al coperto). La lieta novella è giunta da Torun, città della Polonia, sede, fino al 23 marzo dei Campionati Europei Master. La “nostra” ha, di fatto, sbaragliato il campo, partendo e concludendo la gara in testa, al suo ritmo, rivelatosi insostenibile per atlete anche con un numero minore di anni come riportato sui documenti d’identità (gareggiavano assieme W45 e W50). Valeria, in uno stato di forma eccellente, ha mancato, per 1” circa, il record mondiale sulla distanza. Un peccato, veniale, osservando la sua progressione rispetto al personale precedente. Veramente un colpo di bisturi profondo passare dai 14’34” che le erano accreditati ai 14’19” dell’odierna prodezza. Raggiante, la Prima del Vecchio continente la racconta in questo modo: “Bello, bellissimo! Sono partita con il mio ritmo, attenta a non strafare, per il rischio di subire penalizzazioni. Sono rimasta un po’ meravigliata dal vuoto creatosi, quasi subito, alle mie spalle. Ho, quindi, avuto tempo sufficiente per fare un pensierino al record mondiale e anche europeo perché appartenente a un’atleta svedese ed è un po’ datato. Ero, anche, frenata dal timore di qualche possibile squalifica, se avessi dato retta soltanto al mio cuore. Ha vinto la ragione e questo mi riempie di contentezza. Confesso, comunque, che, sull’ultimo rettilineo ha scandito i secondi a uno a uno, fino all’ultimo metro. Ma questo non basta per intaccare la mia felicità”.
E’ la giornata dedicata alla Festa del Papà e Valeria non se lo dimentica: “Dedico a lui questo titolo. L’ ho pensato durante la gara e sento che mi ha sostenuto. Grazie papà”.
E neanche scorda i suoi più stretti collaboratori e consiglieri, Romolo Pelliccia e Alessio Stocchetti: “ Con il maestro ho parlato parecchio fino a stamattina. Come solito i suoi consigli si sono rivelati preziosi. Ad Alessio attribuisco i meriti per aver preparato il programma di preparazione come meglio non avrebbe potuto. Un abbraccio, Ale”.

ALTRI ARTICOLI

CERCA NEL SITO

ULTIME GARE DISPUTATE

Serie B
38a di campionato, 10/5/2024
Feralpisalò - Ternana 0 - 1