Al suono della sirena il tabellone recita 72-64 per per i locali ma la Virtus ha condotto il match per 35 minuti, giocando molto bene e dimostrando di essere una squadra che ha le carte in regola per recitare un ruolo da protagonista in questo campionato; considerando anche che ancora non ha mai potuto schierare Lorenzo Carosi (prossimo al rientro). Tornando alla partita, la squadra di capitan Frolov parte forte (10-0) nei primi 4 minuti costringendo coach Felicetti al primo time out, ma l'inerzia della partita rimane in mano ai biancoverdi, con Pasqualini che trova risorse importanti anche dalla panchina (tutti i giocatori pronti a dare un contributo importante) e all'intervallo il punteggio č 26-31. Nella terza frazione si ristabiliscono un po' gli equilibri, ma la coppia Rinaldi-Frolov, coadiuvati a turno anche da Alija e Arra, martella la retina avversaria mantenendo ancora il vantaggio di un punto, 46-45. Nell'ultimo e decisivo quarto, un piccolo calo di concentrazione unito a tre giocate isolate, anche un po' fortunose degli assisani, consentono a capitan Caputo e compagni di chiudere la contesa e portarsi a casa una vittoria al fotofinish. Tenendosi stretta la prestazione, da domani la testa e le gambe saranno proiettate al prossimo match che si giocherā sabato 23 alle 18 ad Acquasparta, contro Contigliano.

Virtus: Corpetti 2, Belvedere 3, Picchiarati 5, Grilli, Finetti, Passari 2, Macchioni, Rinaldi 16, Frolov 16, Arra 9, Menicocci 2, Alija 9.

ALTRI ARTICOLI

CERCA NEL SITO

ULTIME GARE DISPUTATE