Era una partita molto importante per la Virtus Ferretti quella a Gubbio. Importante per la posta in palio e per la reazione che tutti si aspettavano dopo lo scivolone casalingo di sabato scorso. Il quintetto di Pasqualini parte subito forte con Frolov a fare la voce grossa sotto le plance e Alija a creare disordine alla difesa eugubina. I due cugini (Rinaldi e Carosi) aspettano che la partita gli venga incontro e dopo un avvio silenzioso iniziano a martellare la reatina alternando tiri da fuori e da sotto canestro. I primi due quarti si concludono con la Virtus avanti 45-40. Nella ripresa, i margini di errori si assottigliano e le percentuali al tiro si abbassano un po', grazie anche ad una difesa più fisica dei locali ma la squadra di Pasqualini riesce a rimanere con i nervi saldi fino a quando Picchiarati trova in sequenza due conclusioni da tre punti che ridanno ossigeno e forza per affrontare al meglio il rush finale. A questo punto del match un canestro da sotto di Arra su assist di Frolov, una "bomba" di Rinaldi e un 1 su due ai liberi di Alija e Rinaldi, permettono di andare sul più 3 a pochi secondi dal termine. Il tiro della disperazione di Gubbio si infrange sul ferro e la Ferretti porta a casa la vittoria. Una vittoria del gruppo con tutti i giocatori del presidente Picchiarati protagonisti con giocate importanti a dimostrazione che questa squadra, come ha dimostrato fino ad ora, può giocarsi le sue carte fino in fondo. Sabato 8 febbraio si torna in campo contro un'altra delle favorite, ad Acquasparta arriva Cannara attualmente seconda insieme all'atomika Spoleto.

Virtus Ferretti: Picchiarati 6, Grilli, Finetti 5, Passari 2, Carosi 13, Macchioni, Rinaldi 18, Frolov 10, Arra 4, Pauselli 4, Alija 12.

ALTRI ARTICOLI

CERCA NEL SITO

ULTIME GARE DISPUTATE

Serie C gir.C
13a di campionato, 28/11/2020
Vibonese - Ternana 2 - 3