Il Presidente della Lega Pro Francesco Ghirelli, al termine del Consiglio Federale di oggi, ha precisato che il format dei campionati rimarrà invariato. Ma con il presidente della Lnd Cosimo Sibilia è scontro sulle riammissioni. Che per Ghirelli sono "confermate" mentre per Sibilia sono da "affrontare nella giusta sede". Una differenza di vedute che in realtà potrebbe nascondere ben altro.

Queste le parole di Ghirelli al termine del Consiglio Federale: “Nel corso del Consiglio vi sono state due importanti conferme per la nostra Lega. In particolare è stato deliberato che il format dei campionati rimarrà invariato e che, in caso di vacanze d’organico, verrà applicata la vigente normativa federale per le riammissioni delle società retrocesse e per gli eventuali ripescaggi. Inoltre anche per la stagione 2020-2021, a causa dell’emergenza Covid, è stata consentita la deroga per gli allenatori con abilitazione Uefa B di allenare la categoria Berretti. Nel contempo il Settore Tecnico organizzerà quanto prima corsi a cui potranno partecipare le società di Lega Pro, questi sostituiranno il corso che si doveva tenere lo scorso marzo ma che per i noti motivi non si è potuto svolgere”.

Sulle ipotesi delle riammissioni e dei ripescaggi al campionato di Serie C, con una nota ufficiale la Lega Nazionale Dilettanti torna a ribadire una posizione espressa chiaramente anche nel recente passato, affidandosi alle parole del suo Presidente Cosimo Sibilia: “Il tema dei ripescaggi e delle riammissioni in Serie C dovrà essere affrontato al momento opportuno e nella giusta sede del Consiglio Federale - ha affermato il numero uno della LND - Peraltro per le riammissioni parliamo di un ambito che riguarda casi molto specifici e ben individuati dalle norme. Per i ripescaggi, invece, le società saranno individuate secondo la graduatoria predisposta dalla LND e approvata dal Consiglio Federale”.

Per ora non si parla più di Serie B a due gironi, ma il vero nodo della riforma dei campionati resta il passaggio dei club professionisti da 100 a 60. Alla luce della crisi legata alle mancate sponsorizzazioni per il Covid 19, le Leghe hanno avviato una survey per stimare il costo di un intervento normativo volto ad introdurre un credito di imposta per le aziende sponsor. Dallo studio condotto sui club che hanno partecipato ai campionati 2019-2020 di Lega Pro, Lega Basket serie A, Lega Nazionale Pallacanestro, Lega Basket serie A femminile, Lega pallavolo serie A maschile, Lega pallavolo serie A femminile, Federazione Italiana Atletica Leggera emerge che la quasi totalità dei Club (98%) ha dichiarato che l’emergenza comporterà una riduzione delle sponsorizzazioni. L’85% si aspetta una contrazione superiore al 25%, il 60% dei Club tra il 25 e il 50%, il 25% una contrazione superiore al 50%. Mentre il 40% è la riduzione media attesa dei ricavi da sponsorizzazione. Ammesso che il format della Serie C resterà lo stesso, come dichiarato da Ghirelli, come potranno far fronte i club ai costi di iscrizione di fronte alla contrazione dei ricavi per le mancate sponsorizzazioni? Domande che certo non trovano risposte di fronte alle posizioni contrastanti di Ghirelli e Sibilia. O forse sì...

ALTRI ARTICOLI

CERCA NEL SITO

ULTIME GARE DISPUTATE