“Non eravamo fenomeni prima, né siamo dei brocchi adesso. Mettiamo una pietra sopra alla partita con l’Arezzo, di cui conoscevamo in anticipo le difficoltà e nella quale abbiamo commesso degli errori, io compreso, che dovremo cercare di non ripetere. Non cerco alibi, ma c’è stata anche un po’ di sfiga, perché perdere due terzini nel giro di pochi minuti è un evento abbastanza straordinario. Dovremo adattarci rivedendo qualcosa, consapevoli che il nostro campionato inizia domenica. Sarà dura e anche di ciò non dovremo meravigliarci, considerato che le difficoltà, in serie D, saranno una costante. Ci siamo allenati bene, il morale c’è, quindi, come dico sempre, siamo pronti per fare la nostra partita”.

Sono parole di Gianfranco Ciccone, nell’antivigilia del secondo appuntamento di campionato che troverà i biancorossi protagonisti allo stadio di Ladispoli, campo in sintetico, sostitutivo di quello dell’Ostiamare, l’Anco Marzio. L’impianto è tuttora al centro di una querelle, imputabile, a giudizio del Presidente, Roberto di Paolo, al Municipio X e al Comune di Roma. Il massimo dirigente, tornato sulla poltrona già occupata anni prima, che non ha mai nascosto le ambizioni dei bianco viola, ha anche affermato come, l’indisponibilità del campo, complichi il suo progetto. Bisogna tornare al 2003 per trovare un precedente con l’Ostiamare. Si giocava di sabato e l’Orvietana, griffata Baciocchi, ne fece cinque ai lidensi (2 – 5). A Ladispoli, nello stesso anno ma sul vecchio campo, fu un’altra giornata trionfale (Ladispoli 0 - Orvietana 3), solo per confermare che la vicinanza al Mar Tirreno porti bene ai colori biancorossi. E senza andare troppo indietro nel tempo, nel mese di Agosto 2022 la squadra del Presidente, Roberto Biagioli, ha vinto a Grosseto e a Follonica, entrambe in riva allo stesso mare. Ricorrenze a parte, la settimana è trascorsa nella ricerca di soluzioni, le più idonee, per far fronte agli infortuni di Biancalana e Jaziri, entrambi under e difensori esterni. Ciccone è orientato, o meglio dire forzato, ad aggiungere anni al pacchetto difensivo e, inevitabilmente, a ringiovanire centrocampo e/o attacco. Sarà così possibile ritrovare Guinazu titolare dal primo minuto, Guazzaroni o Proietti in posizioni diverse dal solito, come l’ex Campitello, Carletti, per la prima volta con maglia da titolare. Arbitrerà Antonio Savino di Torre Annunziata, coadiuvato dagli assistenti, Vincenzo Ferrara di Torre Annunziata e Davide Eliso di Castellammare di Stabia

ALTRI ARTICOLI

CERCA NEL SITO

ULTIME GARE DISPUTATE

Serie B
14a di campionato, 26/11/2022
Pisa - Ternana 3 - 1
Eccellenza
14a di campionato, 27/11/2022
Lama - Narnese 2 - 1
Cannara - Olympia Thyrus 2 - 3
Promozione gir. B
13a di campionato, 27/11/2022
Todi - Amerina 2 - 1
Terni F.C. - Sporting Terni 4 - 0
San Venanzo - Vis Foligno 0 - 1
Real Avigliano - AMC 98 0 - 1
Clitunno - Guardea 1 - 1
Athletic Bastia - Campitello 1 - 2