A Terni si inizia a praticare il calcio nel marzo del 1898. Il successo è scarso e solo nel 1904 si forma la prima “proto-squadra” chiamata Terni Foot-Ball Club. Ci vollero vent’anni affinché la prima società “professionista”, Interamna Foot-Ball, venisse avviata nel 1915.

La fondazione ufficiale del club come lo conosciamo oggi avviene nel 1925; la squadra vanta alcuni primati, come quello di essere la prima società umbra a passare nella massima serie. Due volte i rossoverdi furono promossi in Serie A e per ben 29 volte parteciparono alla Serie B e qui, nella stagione 1972-1973, vinsero il campionato cadetto. Tra i suoi traguardi più importanti, la Ternana ha conquistato: una Supercoppa di Serie C, una Coppa dell'Italia Centrale e una semifinale di Coppa Italia (1979-1980).

La storia del club subisce alterne vicende, legate anche alla situazione politica in Italia piuttosto complicata durante le due grandi guerre. In maniera particolare gli oltre 100 bombardamenti che rasero al suolo la città durante il secondo conflitto mondiale relegarono la squadra a un ruolo secondario.

Tuttavia le “Fere” si riprendono e la storia del club continua tra alterne vicende tra la serie cadetta e la serie C2 e la C1. Nel 92-93 invece il tracollo: la squadra dichiara bancarotta e solo l’intervento di una cordata di imprenditori che la rilevò, la salvò dall’oblio.

Quest’anno la Ternana sembra voler puntare in alto e non nasconde le sue ambizioni per la promozione in Serie A, promozione che la vedrebbe contendersi lo scudetto con le squadre dell’olimpo italiano: Juventus, Inter, Milan (campione in carica) e Roma, solo per citarne alcune. La massima serie peraltro sta regalando molte sorprese ai tifosi: il Napoli in testa con una squadra solida, ma con nessun nome in grado di far tremare gli avversari e la Juventus, la più spendacciona durante l’ultimo calciomercato, che annaspa a metà classifica. A meno di grosse sorprese nel girone di ritorno i bianconeri dovranno abbandonare le proprie ambizioni da scudetto, e forse pure da zona Uefa, mentre i partenopei sembrano dirigersi a vele spiegate verso almeno una Coppa Europea.

La situazione è abbastanza simile anche in Serie B, dove la Ternana ha dominato fino alla sconfitta del 22 ottobre col Genoa, una squadra che la storia vuole in massima serie. A seguito di questa sconfitta le “Fere” hanno perso la prima posizione in classifica, ma la zona promozione è ancora a portata di mano. Soprattutto considerando che sulla carta i prossimi incontri dovrebbero essere in discesa. Dopo le prime due partite con la Spal e con il Brescia, le più complesse sulla carta, col Pisa, col Venezia e col Sudtirol i nostri potrebbero essere in grado di staccare le inseguitrici di svariati punti. Sono senz'altro queste le partite che i rossoverdi dovranno aggiudicarsi per consolidare la posizione alta della classifica.

I liguri, in occasione dell’incontro d’andata, hanno peraltro ringraziato i dirigenti Ternani per la rispettosa accoglienza che i ternani hanno riservato ai rivali. A dimostrazione che quando si vuole, la correttezza in campo si può ottenere anche nel bel mezzo di uno scontro ai vertici.

ALTRI ARTICOLI

CERCA NEL SITO

ULTIME GARE DISPUTATE

Serie B
22a di campionato, 28/1/2023
Ternana - Modena 2 - 1
Eccellenza
22a di campionato, 29/1/2023
Olympia Thyrus - Foligno Calcio 3 - 1
Narnese - Sansepolcro 1 - 1
Promozione gir. B
21a di campionato, 29/1/2023
Guardea - Spoleto 0 - 3
Campitello - Bastia 0 - 1
Athletic Bastia - Terni F.C. 1 - 4
Amerina - Vis Foligno 0 - 2
AMC 98 - Ducato Spoleto 2 - 1
Real Avigliano - San Venanzo 0 - 1
Bastia - Sporting Terni 3 - 2