Non ci fosse stato il problema alla visiera del casco con il conseguente crash down a quattro giri dal termine Danilo Petrucci avrebbe conquistato l'undicesimo posto e la migliore posizione tra le moto del gruppo delle CRT. Invece il pilota ternano, che tanta ammirazione ha attirato su di sé per lo stile di guida sulla pista zuppa d'acqua di Le Mans, si è ritrovato con un pugno di mosche in mano e tanto rammarico. Restano i complimenti e tanti, anche nel corso della diretta tv di Italia Uno. "Un puledro di razza che è sta mettendo in secondo piano il problema dei cavalli del motore della sua Ioda" è stato detto dai commentatori. E se da un verso la pioggia ha permesso a Petrucci, grazie alla sua abilità, di annullare il gap di potenza con le altre CRT, dall'altro lo ha danneggiato quando il ternano si è trovato a dover fare i conti con l'apertura della visiera del casco. Stesso inconveniente che ha rallentato Valentino Rossi, poi secondo al traguardo con la sua Ducati, solo che il campionissimo è riuscito a sloccare la visiera del casco; mentre a Danilo Petrucci la manovra non è riuscita. E così il ternano si è trovato a correre con la visiera sempre più appannata e per rintuzzare gli attacchi di Ellison e Pasini è stato costretto a rischiare sempre di più, finendo poi sull'erba. Un vero peccato, perché l'occasione era davvero ghiotta.

ALTRI ARTICOLI

CERCA NEL SITO

ULTIME GARE DISPUTATE

Serie B
25a di campionato, 6/2/2016
Livorno - Ternana 1 - 0
Eccellenza
21a di campionato, 7/2/2016
Narnese - Castel del Piano 1 - 1
Promozione gir. B
21a di campionato, 7/2/2016
Nuova Fulginium - Olympia Thyrus 0 - 1
Ducato - Orvietana 2 - 1
Campitello - Bevagna 2 - 2
Atletico Orte - Arrone 3 - 2
Amerina - G.M. 10 4 - 0
AMC 98 - N. Gualdo Bastardo 2 - 2