Il Tabellino

BASKET TODI-ASD TERNANA BASKET 75-88 (23-8, 13-18, 18-13, 9-24)

BASKET TODI: Parretta 17, Gramaccia 16, Pandimiglio 1­9, Bartoccini S. 4, Evangelista 4, Valli 14, De Matteo 1, Testasecca, Simoni, Bartoccini G.
All. Biscarini.

ASD TERNANA BASKET: Dionisi 17, Leonori 3, Corpetti 18, Mattioli (K), Cenciarelli, Borsaro 12, Moscatelli, Miliozzi, Alija 33, Juob 5. All. Moretti. Vice All. Juon.

ARBITRI: Scipioni e Alessi.

Nel palazzetto intitolato a Mario Angeli Coarelli, ex giocatore colonna del pallacanestro tuderte venuto a mancare qualche anno fa, si sono scontrate due delle formazioni più in forma del campionato dando luogo ad un match carico di colpi di scena e non solo.

Non basteranno infatti i classici quaranta minuti per decretare la vincitrice del match ma ci vorranno ben due supplementari alla Ternana Basket per venire a capo della formazione casalinga che non ha alcuna intenzione di lasciare il referto rosa ai ternani. L'inizio è brutto, l'attacco gira male e la difesa va ancora peggio, il primo quarto si chiude con un più quindici a favore dei biancoblu. Una timida reazione arriva nel secondo semi-tempo ma il talento di Gramaccia e l'energia degli esterni tuderti riescono a fermare l'emorragia, portandosi al riposo con dieci punti di vantaggio.

Durante l'intervallo Coach Moretti ha poco di tecnico da dire ai suoi e come è già successo in altre occasioni cerca di stuzzicare i suoi giocatori concentrandosi molto sull'intensità e l'atteggiamento da portare in campo. Nei primi dieci minuti dell'intervallo lo shampoo propinato negli spogliatoi non sembra aver dato i risultati sperati guardando il punteggio, ma nei volti dei rossoverdi si comincia ad intravedere la consapevolezza che la partita può ancora essere recuperata e bisogna tenere duro fino alla fine.

Il quarto "finale" vede recitare un perentorio 9-24 di parziale a favore dei ternani che stringendo le maglie in difesa trovano diverse palle recuperate, ed in attacco ritrovano fiducia infilando importanti tiri da fuori, prima con Corpetti che segna con il fallo una tripla fondamentale realizzando un gioco da quattro punti e poi con Alija che trova due volte la stessa soluzione dall'arco nel giro di pochi minuti. Nei minuti finali la stanchezza comincia a farsi sentire da entrambe le parti e non si segna più, né dal campo né dalla lunetta, facendo terminare la partita sul 63-63 dopo un peccaminoso 0 su 8 dalla lunetta accumulato nell'arco di quei minuti confusionari.

Il primo supplementare vede ancora l'equilibrio per le due formazioni fino a quando un guizzo di Valli con fallo e canestro porta i tuderti sul +3, divenuto poco dopo +4 sempre per lo stesso Valli che dalla lunetta registra un 1 su 2. Manca un minuto e tutto sembra perduto quando invece il lavoro encomiabile di Borsaro a rimbalzo (50 minuti su 50 minuti in campo a lottare come meglio ha potuto) produce una palla vagante recuperata da Leonori che prontamente segna una tripla fondamentale che ricuce lo strappo ad un solo punto di distanza, ma che nel morale degli avversari deve aver fatto molto più male. Alija nelle azioni successive è una furia e dalla lunetta conquista il pareggio che manda la partita al secondo supplementare sul 69-69.

Negli ultimi cinque minuti i rosso-verdi­ sembrano ritrovare le energie che erano mancate nel quarto di apertura e segnano addirittura diciannove punti e stavolta la mano dalla lunetta non trema con Cenciarelli, Dionisi e Juon che segnano il definitivo allungo. È stata una partita quasi surreale, si è visto il peggio e soprattutto il meglio di questa squadra che quando c'è da mettere cuore (ed anche qualcos'altro) non si tira mai indietro.

Il 4 aprile alle 21.00 alla Cupola arriverà il Cannara che memore del risultato dell'andata vorrà sicuramente pareggiare il confronto.

ALTRE NOTIZIE

CERCA NEL SITO

ULTIME GARE DISPUTATE

Serie C gir.C
7a di campionato, 25/10/2020
Ternana - Foggia 2 - 0
Eccellenza
1a di campionato, 18/10/2020
Orvietana - Lama 1 - 0
Castel del Piano - Olympia Thyrus 2 - 1
Branca - Narnese 1 - 3