Il Tabellino

ORVIETANA - SINALUNGHESE 1-1

ORVIETANA: FROLA, MARCHINI, FRELLICCA, BONACCORSI, VIVIANI, AVOLA G., LOCCHI, BERNARDINI, MOUAH, SALEPPICO, POLIDORI. ALL. FATONE
Subentrati: DOTTARELLI, NUCCIONI, FROSININI, DI GIROLAMO, CACIOLLA, TERRACINA, AMMENDOLA, PERQUOTI.

SINALUNGHESE: MARINI, TORRICELLI, BRUNETTI, MONTAGNOLI, CALVERI, FANETTI, BARBAGLI, CEROFOLINI, LUCATTI G., REDI, CAPOGNA. ALL. FANI
Subentrati: MARCHI, LUCATTI F., MASINI, VITI, CHIASSERINI, PASQUI, DOKA, VASSEUR, CAPPELLI, BALDASSARRI.

Arbitro: VIRGINIA CASALICCHIO di ORVIETO

MARCATORI: 61’MASINI, 86’ SALEPPICO (r)

L’Orvietana chiude in parità la prima, ufficiale, della stagione. Uno a uno, al termine della partita con la Sinalunghese, primi marcatori Masini e Saleppico che, nei minuti finali realizza la rete del pareggio su calcio di rigore. Un impegno servito, soprattutto, ai due allenatori, per una prima verifica circa l’adattabilità dei giocatori a mettere in pratica quanto provato nei primi giorni di preparazione.

Il lavoro da fare resta importante, ma i segnali spingono l’ago verso la positività. Osservati speciali, gli ultimi arrivati. Frola, in predicato per essere il titolare della maglia numero uno, ha evidenziato buoni mezzi tecnici e una buona lettura del ruolo, con una discreta confidenza nel giocare la palla anche con i piedi. Locchi e Bernardini sono due egregi centrocampisti. Le loro caratteristiche s’integrano e Bernardini potrà essere quello cui affidare le chiavi della cassaforte. In mezzo a loro, complice l’indisponibilità di Cotigni, ha giocato Bonaccorsi, ragazzo proveniente dal vivaio, nel quale s’intravedono i numeri giusti per arrivare alla completa maturazione. Saleppico è una punta esterna di quelle abituate a dare parecchio fastidio alla retroguardia avversaria. Fisico non possente è quello apparso un po’ più avanti nella condizione. Moca, il francese della Corsica, ha subito rimediato una botta in testa che ne ha pregiudicato il tempo d’utilizzo. Il fisico c’è, la tecnica ha bisogno d’essere affinata, la voglia di fare e di migliorarsi potrà, alla lunga, essere utili per lui e per l’Orvietana. Non giudicabile Di Girolamo, arrivato solo ieri e ancora avulso alla manovra corale. Per lui, però, parla il numero di segnature messe a segno in carriera. Degli altri, già biancorossi l’anno scorso, si sapeva già tutto o quasi. Su Avola G., Fellicca, Nuccioni, Viviani si può scommettere a occhi chiusi. Come per Polidori, pure lui con meno giornate di lavoro sulle gambe e Ammendola, confermato per le sue qualità di jolly. Poi ci sono i più giovani, pronti a sgomitare per la collocazione, a tempo pieno, nella rosa della prima squadra. Su Marchini, Dottarelli, Frosinini, Caciolla, Terracina, Perquoti, oltre a qualche altro non utilizzato ieri, è troppo presto per parlare di promozione o bocciatura. Il tempo e l’allenatore saranno i primi giudici. Purtroppo, passando all’entità di giocatori esperti o comunque avvezzi alla nuova categoria, il numero è un po’ al limite della minimalità. Un problema che, sull’esperienza della stagione passata, convalida la quasi scontata, necessità, di non abbandonare, con troppo anticipo, il mercato. Una parola sul direttore di gara. Virginia Casalicchio, di Orvieto, sotterra i tanti luoghi comuni su questo mestiere, al femminile: veramente brava.

Nella foto: il giovane francese Alexandre Mouah

ALTRE NOTIZIE

CERCA NEL SITO

Eccellenza
Squadra Pt G
Bastia 61 30
Cannara 60 30
San Sisto 54 30
Subasio 53 30
Angelana 45 30
Narnese 41 30
Pontevalleceppi 40 30
Vol. Spoleto 39 30
Fontanelle Br. 37 30
Lama 37 30
Orvietana 36 30
M. Martana 36 30
Castel del Piano 35 30
Trasimeno 27 30
Petrignano 27 30
Ventinella 23 30

ULTIME GARE DISPUTATE