Stavolta, Alberto Mammanco, attuale Vice Presidente e “uomo in più” del Ciconìa calcio, non ci sta. Il pareggio, che poi equivale alla sconfitta, conseguito dai biancocelesti nello spareggio play off con lo Sporting Terni, lo ha profondamente amareggiato:

”Premesso che tutti i ventidue in campo sono stati veri gladiatori, con una lode ai nostri ragazzi che interpretano il calcio in modo amatoriale, nel senso più schietto della parola, gli episodi che ci hanno condannato, o meglio, gli impedimenti a far meglio, hanno nomi e cognomi ben definiti. Non si possono, non vedere, e c’è il conforto delle immagini televisive, due falli di mano a fermare palloni diretti in porta, sul primo dei quali è poi intervenuta la vista riparatrice del primo assistente, com’è, a mio parere, impossibile, in un’area sgombra di calciatori, sorvolare sull’atterramento subìto da Leonardo Cerasari, al termine di una nostra azione di contropiede. Eravamo nei minuti di recupero e il sacrosanto rigore, ove realizzato, avrebbe cambiato il destino della partita”.
Non pensi esserti fatto prendere la mano dalla passione?
“Tu, come molto altri, mi conosci bene. Sai, che per indole, non vado mai sopra le righe, che sono quello dell’ultima raccomandazione ai nostri giocatori, prima del fischio iniziale, a un comportamento leale, evitando, il più possibile, le proteste e altro nei confronti di arbitri e avversari. Ieri, ero in una posizione ottimale per vedere bene e non ho avuto dubbi su quanto ti ho detto”.
Il tuo sfogo, fa seguito, di qualche giorno, alle dichiarazioni di Roberto Biagioli, contenute in un’intervista, dove afferma, abbastanza sconsolato, gli arbitri sono questi e dobbiamo adeguarci:
“Per carità, su questo sono d’accordo. Quello con lo Sporting, però, il sig. Dennis Pieretti, aveva già diretto in Eccellenza e, se tanto mi da tanto, arbitrare una partita di seconda categoria, si sarebbe dovuto rivelare più semplice. Chi lo sa. Mi viene in mente una frase di un vecchio politico, Andreotti, ma preferisco non ripeterla”.
E’ stato, l’ultimo, l’unico episodio per il quale vi siete dovuti lamentare in campionato?
“Lasciamo perdere, tanto il passato non torna. Voglio dire, però, che la nostra stagione è andata oltre le più rosee previsioni. Non ci aspettavamo di arrivare tanto in alto e non saremmo stati preparati, forse, per affrontare la categoria superiore. L’estate scorsa avevamo già rifiutato un eventuale e possibile ripescaggio. Tutto questo mi fa arrabbiare di più, perché lo interpreto simile ad un tradimento verso le piccole società che, come il Ciconìa, intendono il dilettantismo nel senso più vero della parola”.
Farete qualcosa?
“ Subito, già ieri sera, ho scritto una lettera al nostro rappresentante provinciale presso il CRU. Noi, oltre che della Regione, siamo ai margini della seconda Provincia. Senza essere accusati del solito vittimismo, ci sentiamo, ad ogni modo, emarginati”.

ALTRE NOTIZIE

CERCA NEL SITO

Seconda Categoria
Squadra Pt G
Allerona 0 0
Calvi Academy 0 0
Ciconia 0 0
GS Alviano 0 0
Grs Papigno 0 0
Interamna Nahars 0 0
Montecchio 0 0
N. Attiglianese 0 0
Orvieto F.C. 0 0
Otricoli 0 0
PGS Bosico 0 0
Penna 0 0
Porchiano 0 0
Virtus Baschi 0 0

ULTIME GARE DISPUTATE

Serie C gir.C
4a di campionato, 15/9/2019
Ternana - Monopoli 0 - 2
Eccellenza
2a di campionato, 15/9/2019
Orvietana - Lama 1 - 1
Gualdo Casac. - Narnese 0 - 1
Promozione gir. B
2a di campionato, 15/9/2019
Olympia Thyrus - San Venanzo 2 - 0
Montefranco - Athletic Bastia 0 - 1
Massa Martana - AMC 98 2 - 2
Clitunno - Romeo Menti 5 - 1
Campitello - Giove 2 - 0
Amerina - Petrignano 1 - 0