E' stata una stagione spettacolare. Dato per spacciato e sicuro retrocesso ad inizio anno, il Campitello ha saputo ribaltare tutti i pronostici e azzittire quanti non credevano nelle possibilità di questa squadra. I rossoblu guidati da mister Alberto Favilla (nella foto insieme al presidente Mario Cicioni), hanno ottenuto la sesta posizione in classifica a soli due punti dai play off e ad una distanza abissale dai play out. Complimenti alla società, al tecnico e ai giocatori allora che ancora una volta hanno dimostrato di essere all'altezza di questo torneo e soprattutto uomini di valore.
A loro sono dedicate le pagelle scritte dal professore Alberto Favilla in persona. Eccole qua:

Mirko Santucci: Un buon campionato; tornare in Eccellenza dopo una stagione in 2a categoria non era facile. Tra i pali è bravissimo e anche con i piedi, il suo tallone di Achille, è migliorato.

Luca Chitarrini: E’ giovane e ha buone qualità; può migliorare a patto che faccia solo quello che gli si chiede. Deve diventare più riflessivo. Per essere un buon portiere non basta solo l’istinto e la forza.

Filippo Bordoni: Persona e giocatore straordinario; un centrale difensivo sottostimato dalla critica ma a mio avviso tra i migliori della categoria. Bravissimo di testa e nell’uno contro uno.

Walter Frezza: il “mio” capitano da sempre, il leader della squadra. Per il sottoscritto qualcosa di più che un semplice giocatore. Nel mio gioco è fondamentale; è lui, da dietro, una volta ricevuto palla dal portiere che da il via alla manovra. Con Walter c’è un’intesa consolidata nel tempo.

Luigi Centonze: Quando arrivai a Campitello fu il mio primo acquisto; può giocare in ogni ruolo della difesa: sa giocare la palla e partecipare alla manovra. Ragazzo squisito.

Paolo Barbanera: un’87 ormai pronto per giocare in categorie superiori; ha passo, tecnica e anche tatticamente è cresciuto molto. Sempre attento ha buoni margini di miglioramento.

Francesco Pistilli: Un anno sfortunato per il bravo Francesco. Ha avuto un grave incidente quando stava trovando la giusta condizione, poi ha fatto fatica a riprendersi. Ragazzo di sicuro affidamento. Uno su cui si può sempre contare.

Marco Massarelli: Anche lui un ‘87. Il suo finale di stagione è stato un crescendo. Ha un sinistro “pulito” e poi è un ragazzo estremamente serio, che qualsiasi allenatore vorrebbe avere nel suo gruppo. Deve lavorare molto sulla forza.

Alessandro Mancini: un ’89, sicuramente la rivelazione della stagione. Diventato titolare ha dimostrato tutto il suo valore. Ha fisico e tecnica e anche tatticamente ormai conosce i movimenti del difensore. Se non si perde per strada può fare qualcosa nel calcio.

Marco Camilletti: Un uomo vero, il nostro centro-squadra, la nostra “anima”. Sa coniugare tecnica e corsa. Un giocatore fondamentale nel nostro gioco. Non butta mai una palla e ha la mia incondizionata stima. Perché abbia giocato sempre nei dilettanti è uno dei tanti misteri del calcio.

Carlo Carta: il tamburino sardo; é arrivato in corsa ma ha dimostrato di saper giocare al calcio. Ha sicuramente contribuito alla crescita della squadra. Può fare di più se ha gli stimoli giusti.

Daniele Paoluzzi: Il nostro grande rimpianto. Giocatore fondamentale si è infortunato in preparazione (rottura del legamento crociato) e tornerà il prossimo anno, sono sicuro più forte di prima. Auguri.

Angelo Troili: Giocatore e uomo di grande affidabilità; arrivato dalle categorie inferiori ogni volta che è stato chiamato in causa ha dimostrato di essere all’altezza della categoria. E’ un giocatore “ovunque” e quindi importantissimo in un gruppo.

Matteo Donati: un ‘88 di buone qualità, soprattutto fisiche. Matteo deve migliorare tecnicamente e nel saper stare in campo ma ha dei notevoli margini di miglioramento. E’ mentalizzato e quindi destinato a crescere.

Emiliano Bechi: Un fenomeno. Sulla fascia è imprendibile e sa saltare l’uomo con estrema facilità; e poi ha anche un discreto senso del gol. “Spacca” le difese avversarie.

Federico Marchignani: il “colpo” di novembre del nostro direttore Massimo Picotti. Federico è velocissimo, ha un buon sinistro e sa stare in campo come pochi. Trova il gol con molta semplicità e poi è un ragazzo d’oro.

Vincenzo Barone: il nostro Bomber, che volli a Campitello tra anni fa dopo un provino di pochi minuti. 50 gol in tre stagione (13 quest’anno) stanno a testimoniare tutto il suo valore; e poi oltre ad essere un bravo giocatore Vincenzo è un ragazzo d’altri tempi. Ha un tiro da far paura.

Daniele Prosperini: Daniele (10 gol quest’anno) lo feci diventare titolare in Promozione tre ani fa, a soli 18 anni e fu uno dei protagonisti della vittoria del campionato. Ha tutto dell’attaccante; se crede di più in se stesso, e trova continuità, è di un’altra categoria.

Luca Fausti: Un ‘88. Una delle sorprese della stagione. Luca ha enormi potenzialità; se migliora tecnicamente, e nei movimenti, può fare qualcosa di importante anche perché lui è un giovane “vecchio”. Un consiglio: l’attaccante non si deve mai abbattere, il gol può arrivare anche all’ultimo secondo. Forza.

Hanno esordito: Giuseppe Marino (89), Matteo Coppini (89), Manuel Lamperini, (89) Manuel Carpisassi (88).

Il mio staff: Francesco Palanga, preparatore atletico, e Alberto Micori, preparatore dei portieri e Franco Nicoletti, Fisioterapista e recupero giocatori, sono il mio staff, i miei più stretti collaboratori. Con loro c’è un’intesa da vecchia data, basta uno sguardo per capirci. Ecco, io credo che loro, il mio staff, siano uno dei segreti di questa stagione sicuramente straordinaria.

ALTRI ARTICOLI

CERCA NEL SITO

Eccellenza
Squadra Pt G
Foligno 63 30
Lama 55 30
Sansepolcro 50 30
San Sisto 49 30
Narnese 41 30
Castel del Piano 38 30
Orvietana 38 30
Ducato 38 30
Spoleto 37 30
Pontevalleceppi 36 30
Assisi Subasio 36 30
Angelana 35 30
Ellera 34 30
M. Martana 34 30
Pontevecchio 28 30
Pievese 23 30

ULTIME GARE DISPUTATE