Conferenza stampa di Cristiano Lucarelli alla vigilia della gara interna con il Potenza. Inizialmente si è parlato della partita di Avellino con la Casertana.

"La settimana è stata vissuta con il giusto equilibrio. C'è arrabbiatura per il primo tempo e non per il gol del 3-3. Solo chi non ha giocato al calcio può dire che non si può subire gol al 90'. Chi ha giocato a calcio sa benissimo che finché non fischia l'arbitro le partite non sono finite. Abbiamo preso gol con l'atteggiamento che ci ha portato a ribaltare la partita. Abbiamo preso gol perché c'è stato un errore e il loro attaccante ha fatto un bel gol che difficilmente si vede in queste categorie. Mi rendo conto di essere esigente. A me non è piaciuto il primo tempo. Se mi fossi accontentato nella vita vivrei nelle case popolari invece sono riuscito a far star bene la mia famiglia e i miei genitori. La Ternana dei primi 5' del secondo tempo è quella che voglio io. I primi tempi servono per indirizzare le partite".

"La gestione delle tre partite in una settimana non mi ha mai preoccupato dal punto di vista della condizione fisica. La difficoltà maggiore è recuperare le energie psicofisiche, quello che si consuma maggiormente in Italia è qualcosa che ti svuota per la carica di pressione rispetto ad altre nazioni. Bisogna recuperare la rabbia, la bava la bocca. So che è difficile ricaricarsi mentalmente. Vai al campo e pensi di essere dentro la partita. ma non hai la fame e la rabbia giusta. Si è come ammorbiditi. Noi dobbiamo essere indiavolati. Giorgio Chiellini era uno che ha qualità per vincere archiviare e ripartire mentalmente per vincere di nuovo, non arrivi alla Juve per caso, Gattuso un altro esempio. Una mentalità che ho acquisito anche personalmente. Io credo nella trasparenza del rapporto con i calciatori. Uno può anche dirmi oggi non sono carico, faccia giocare un altro".

La Classifica. "Se il Bari fa tre gol a partita è giusto che vinca il campionato. Noi dobbiamo fare il nostro percorso di miglioramento, qui prima di tutto bisogna eliminare le scorie di tre anni. Io vivo il Liberati 12 ore al giorno, ascolto e cerco di capire gli umori, tifosi, giornalisti, dirigenti, tutto per migliorare. Bisogna entrare nel contesto dove lavori. Sono le 5 componenti che devono fare tutte la loro parte. Società, squadra, allenatore, tifosi e giornalisti, ognuno per il proprio ruolo senza invasioni di campo. Io devo riuscire a costruire una squadra e una mentalità, per vedere di avvicinarci al Bari. Intanto riusciamo a costruire una mentalità. Mi arrabbio e non posso nascondere il primo tempo con la Casertana, non è che copro tutto dicendo che bella reazione. Ad ogni modo lo spirito del secondo tempo è quello che voglio vedere. La squadra davanti a tutto".

"Ci manca qualche vittoria, ma per quanto espresso in queste quattro partite evidentemente gli altri si stanno accorgendo di noi, all'inizio ci hanno quasi ignorati nei pronostici tra le favorite".

"Zero alibi per le decisioni arbitrali. Forse questo pareggio è meglio così, perché probabilmente ci saremmo cullati sulla grande reazione. Il gol preso alla fine può farci capire che dobbiamo essere quelli del secondo tempo nel primo, quando si indirizzano le partite. Non sempre è possibile recuperare le partite partendo con due gol da rimontare".

La formazione "Le scelte vanno in base al tempo e al campo. Se piove squadra più pesante. Valutazioni su Peralta per un trauma contusivo conseguenza della gara con la Casertana. Suagher è a disposizione, secondo i vari ragionamenti vedremo. Defendi è recuperato. Diakitè tra 40 giorni in campo se tutto andrà come deve andare".

"Il Potenza gioca con il 4-2-3-1, ha un allenatore bravo. Mi ha impressionato recupero palla e lancio sull'esterno opposto che va a cercare l'uno contro uno. Hanno due giocatori che hanno abilità in questo. Giocano moltissimo sugli esterni, con il trequartista che si inserisce tra il terzo e quarto uomo. Dobbiamo stare attenti, la maggior parte hanno fatto bene negli anni passati poi hanno inserito dei nuovi come il 2001 Sandri mancino del Torino e Vitteritti. Sarà un'altra giornata da allerta 4. Domani, anche complice il campo, una delle 32 battaglie. Se la vinci è tanta roba. Loro hanno rinnovato con Somma che ha idee e cambiato modulo e quindi qualche giocatore, allenatore che è un'eccellenza. Una prova che sarà veritiera sulle nostre ambizioni".

"A Frascatore manca solo il ritmo partita, è un grande professionista, l'ho allenato alla Pistoiese. Ragazzo serio che da luglio si è allenato da solo, è in discrete condizioni e potrebbe anche essere pronto per giocare dall'inizio, anche se non per tutti i 90 minuti".

"Per il gol è un bene responsabilizzare tutti, l'attaccante da 15 reti l'abbiamo. Sul mercato non ho visto un giocatore che garantisce 20 gol, Antenucci ha un contratto importante a Bari. In C non ne vedo, ditemi voi. Quelli della B sarebbero scesi in C?"

"I vecchi devono cercare di prendere l'entusiasmo dei nuovi. Non dobbiamo essere schiacciati dal peso della vittoria. Ho detto loro che se siete stati scelti per la pressione di disputare un campionato di vertice dovrete esserne orgogliosi. Obiettivo di ognuno fare la migliore stagione in carriera, ci vogliono sensazioni positive, se si è bombardati negativamente la risposta non può che essere negativa. Lavorare sulla testa, poi moduli solo teoria".

Foto di Stefano Principi

ALTRI ARTICOLI

CERCA NEL SITO

Serie C gir.C
Squadra Pt G
Ternana 90 36
Avellino 68 36
Catanzaro 68 36
Bari 63 36
Juve Stabia 61 36
Catania 59 36
Palermo 53 36
Teramo 52 36
Foggia 51 36
Casertana 45 36
Monopoli 41 36
Viterbese 40 36
Potenza 39 36
Turris 39 36
Virtus Francavilla 38 36
Vibonese 36 36
Paganese 32 36
Bisceglie 30 36
Cavese 23 36
Trapani -1 0

ULTIME GARE DISPUTATE