Il tecnico della Ternana Cristiano Lucarelli ha analizzato così la prova vincente della sua squadra contro il Foggia:

"Siamo andati troppo dietro agli applausi, ci siamo preoccupati troppo dell'estetica e poco della concretezza. Siamo contenti se il pubblico si diverte, ma le partite voglio chiuderle il prima possibile. Sapevo quanto era difficile questa partita. Si dice che è da grande squadra vincere quando si soffre. Abbiamo concesso 2-3 situazioni, ma diluite nel tempo, non c'è stato un impatto dell'avversario che ci ha schiacciato. Ogni tanto ci siamo addormentati e gli abbiamo concesso qualcosina. All'ultimo non potevo rischiare di rimanere in 10 con Kontek ammonito, ho deciso di mettermi a tre perché con il centrale ammonito e terminati i cambi, non avrei potuto mettere un altro centrale. Avevamo falletti e Palumbo stanchi. Abbiamo finito col 3-4-3".

"E' stata una settimana molto intensa, avevo chiesto di chiuderla con 9 punti e i ragazzi hanno vinto la scommessa, ora devo pagare una cena. Il nostro calcio è fatto di attacchi alla profondità, aggressione agli spazi, fatichiamo più degli altri per costruire e creare. Nel primo tempo non è mie piaciuto il fatto di non aver chiuso sul 2-0 concedendo al Foggia la voglia di crederci e come era previsto, una volta preso il gol si sarebbero liberati mentalmente, non avevano più nulla da perdere".

"Dobbiamo continuare a fare quello che ci ha permesso di andare in vantaggio, perché non dobbiamo far riavvicinare l'avversario anche se tenere certi ritmi per 95 minuti è difficile. Dobbiamo creare loro la paura che possiamo sempre colpirli. Abbiamo sempre cercato di fare la partita, poi è ovvio che controllarla tutta è impossibile. Noi però dobbiamo ambire all'eccellenza".

"Oggi abbiamo trovato più le finalizzazioni sul lato opposto a quello con il Catania, è il segno che ogni partita fa storia a se. Oggi Defendi e Partipilo hanno fatto il movimento giusto 6-7 volte, quello che non abbiamo fatto ad Avellino con la Casertana. Dalla parte opposta loro con Curcio creavano superiorità numerica e poi c'era Kalombo, un ragazzo che dal punto di vista fisico è interessante, quando accelera mette in difficoltà tutti. Poi qualcosina dal punto di vista difensivo ti concede".

Il prossimo avversario: "Il Catanzaro ha qualità, giocatori come Curiale, Evacuo, Di Piazza e a centrocampo Verna. Loro riposato di più? Lo sapete che a me non piacciono gli alibi".

"Nel secondo tempo abbiamo un po' pagato fisicamente, i ragazzi si sono sacrificati nel riconquistare palla alti, aggredire l'onda quando si sta per rinforzare per non farsi poi travolgere è quello che voglio. Ai ragazzi porto sempre l'esempio dell'Inter del Triplete, il sacrificio di Etò e Pandev, ma anche di Mandzukic nella Juve, gente che guadagna fior di milioni, se lo fanno loro....ma sto vedendo che stanno rispondendo bene anche giocatori che potevano sembrare poco inclini a questo come Vantaggiato e Falletti. Ma la fatica va divisa tra tutti i giocatori. Detto questo, continuiamo a volare bassi".

Esultanza prima rete (foto di Stefano Principi)

ALTRI ARTICOLI

CERCA NEL SITO

Serie C gir.C
Squadra Pt G
Ternana 33 13
Bari 26 12
Teramo 24 12
Turris 20 12
Catania 19 12
Catanzaro 19 12
Avellino 18 10
Juve Stabia 18 13
Foggia 18 13
Vibonese 16 12
Palermo 16 12
Monopoli 13 11
Paganese 12 13
Virtus Francavilla 11 13
Bisceglie 10 10
Potenza 10 13
Casertana 9 11
Viterbese 8 12
Cavese 5 12
Trapani -1 0

ULTIME GARE DISPUTATE

Serie C gir.C
13a di campionato, 28/11/2020
Vibonese - Ternana 2 - 3