L’ultimo DPCM ferma la rincorsa al titolo di Tommy Ubaldini. Rinviata, a data da destinarsi, la finale di Ortona, prova unica per l’assegnazione del titolo CNV ASI 2020. All’organizzazione, causa il brevissimo tempo disponibile tra la pubblicazione e l’inizio delle limitazioni contemplate nell’ultimo provvedimento governativo, nonostante gli sforzi, è mancato il tempo sufficiente per adeguarsi alle nuove procedure.

Questa, la comunicazione definitiva pervenuta ai piloti e ai team partecipanti:

COMUNICAZIONE DEFINITIVA
Il DPCM 3 novembre 2020 prevede che gli eventi d’interesse nazionale siano riconosciuti direttamente dal CONI, situazione nuova e non meglio regolamentata dal decreto stesso, cui consegue una prassi burocratica lunga e complicata da svolgere in questi pochi giorni che ci separano dall’evento. Anche ipotizzando di ottenere tale permesso, il DPCM prevede che i piloti residenti nelle zone Rosse o Arancioni non possano comunque raggiungere l’impianto a causa delle restrizioni sugli spostamenti. Non vi sono certificazioni da poter produrre per permettere il movimento fuori regione. I piloti provenienti dall’estero dovrebbero obbligatoriamente sottoporsi a tampone con esito entro le 72 ore precedenti all’evento, e questo renderebbe impossibile già oggi poter procedere con prenotazioni e referti. Ne consegue la certa assenza forzata di molti piloti e team intenzionati alla partecipazione. Per rispetto di tutti, l’organizzazione CNV comunica quindi il rinvio a data da destinarsi della Finale 2020, attendendo una situazione più agevole per tutti allo svolgimento della manifestazione.

Tommy, come del resto tutti gli altri, si è un po’ arrabbiato. E’ giovanissimo e avrà tempo. Magari, si presenterà al via, il prossimo anno, ancora più carico.

ALTRI ARTICOLI

CERCA NEL SITO

ULTIME GARE DISPUTATE

Serie C gir.C
13a di campionato, 28/11/2020
Vibonese - Ternana 2 - 3