Il mondo del motociclismo è in lutto per la scomparsa di Fausto Gresini, 60 anni ex pilota, 2 volte Campione del Mondo della classe 125 e manager dell'omonimo team.

Gresini è morto all'ospedale Maggiore di Bologna, dove era ricoverato dal 30 dicembre scorso, per complicazioni legate al covid-19. Quasi due mesi in cui si sono alternati miglioramenti e fasi acute della malattia, alla fine si è dovuto arrendere alla polmonite interstiziale.

Da pilota Fausto Gresini si è laureato Campione del Mondo della 125 nel 1985 e nel 1987 con la Garelli; nel 1992 con il Team Pileri, alla guida di una Honda, sfiorò il terzo titolo iridato piazzandosi al secondo posto. Vinse il Gran Premio di Gran Bretagna a Donington e salì altre 5 volte sul podio (tre volte 2° e due volte 3°).

Da dirigente nel 1997 fondò il Gresini Racing, che tuttora disputa le gare del motomondiale. Come team manager del team, vinse tre titoli iridati nelle categorie minori: nella classe 250 col giapponese Kato nel motomondiale 2001, con Toni Elias nella stagione 2010 in Moto2 e nel 2018 con Jorge Martín in Moto 3. Con il suo team partecipò ininterrottamente nella classe regina della MotoGP dal 2002 al 2020 (fino al 2014 con la Honda, dal 2015 con l'Aprilia) e le migliori stagioni in assoluto furono il 2004 e il 2005, chiuse al secondo e terzo posto iridato con Sete Gibernau, Colin Edwards e Marco Melandri.

ALTRI ARTICOLI

CERCA NEL SITO

ULTIME GARE DISPUTATE

Serie C gir.C
27a di campionato, 27/2/2021
Catanzaro - Ternana 2 - 1