Il successo in Gara2, il quarto nel campionato Superbike MotoAmerica, in Minnesota è stato commentato così da Danilo Petrucci:

“E' stata dura, ho cercato nel primo giro di stare il più vicino possibile a Jake (Gagne n.d.r.), ma sono quasi caduto, come nelle prove. Sono riuscito a tenere la moto, ma con i piedi. Quindi anche Cam (Petersen n.d.r.) mi ha passato. Poi sono riuscito a superarlo di nuovo. Ho provato a spingere, poi Jake ha creato un gap. Mi sono detto: non ho niente da perdere. Sono dietro di lui in campionato, dietro di lui in questa gara. Quindi, devo provare. Nel momento in cui l'ho detto è andato via di nuovo. Sfortunatamente poi è caduto. Mi dispiace per lui. Spero che stia bene. Questa è la corsa. Il campionato è decisamente ancora aperto. Ma devo essere sincero: Jake in questo momento è un po' più veloce di noi, ma sul ritmo penso che fosse un po' più veloce di decimi. Poi abbiamo apportato una grossa modifica alla moto rispetto, ma non abbiamo avuto la possibilità di provarla. A questo punto non ho nulla da perdere. Non guardo mai i punti. So che Jake è più veloce, ma devo stare davanti a lui perché con lui non possiamo fare alcun calcolo. È sempre il primo e devi batterlo. Congratulazioni a questi ragazzi e grazie alla mia squadra”.

Ora mancano tre appuntamenti al termine del campionato, ci sono sei gare da disputare e 150 punti in palio. Il prossimo appuntamento è nel weekend 19-21 agosto presso il Pittsburgh International Race Complex di Wampum, in Pennsylvania. Petrux partirà svantaggiato dal fatto di non aver mai corso in quella pista.

Foto: MotoAmerica.com

ALTRI ARTICOLI

CERCA NEL SITO

ULTIME GARE DISPUTATE

Serie B
1a di campionato, 14/8/2022
Ascoli - Ternana 2 - 1