Tempo di esami nel Ciclocross e Giacomo Serangeli ha superato a pieni voti anche quello dei Campionati Italiani di specialità. Nella rassegna tricolore di Cremona l’atleta ternano si è consacrato in via definitiva tra i big del movimento Juniores, conquistando la medaglia d’argento, insieme ai compagni della ASD DP66, nella Team Relay e il 4° posto nella prova individuale di categoria.

La nebbia e il ghiaccio del circuito allestito all’interno del Parco Maffo Vialli, sulle rive del Po, hanno esaltato le caratteristiche dell’umbro classe 2007, che si è dimostrato tra i più abili nel fronteggiare il terreno scivoloso in entrambe le giornate di gara. Tecnica ed esplosività sono state decisive in particolare nella staffetta mista a squadre di sabato, articolata in 4 frazioni, ognuna delle quali su tornata secca, da coprire con tre uomini e una donna. Schierato al lancio, Serangeli ha piazzato il primo importante mattoncino in chiave podio, cambiando a pochi secondi dalla testa dopo aver retto bene il confronto con rivali appartenenti anche alla categoria Under 23. A completare l’opera ci hanno quindi pensato nell’ordine Ettore Fabbro (Juniores), Carlotta Borello (Donne Under 23) e Stefano Viezzi (Juniores), che hanno attestato il quartetto della DP66 alla piazza d’onore, con un ritardo di appena 17’’ rispetto alla formazione vincitrice della FAS Airport Services Guerciotti. Domenica mattina il ternano si è dunque presentato in griglia di partenza con un argento pesante già al collo, in virtù del quale ha saputo interpretare con ancor più tranquillità la prova regina della rassegna. Tra una nebbia a tratti piuttosto densa e un fondo ancora gelato Serangeli ha sfornato una prestazione estremamente solida e pulita, che gli ha permesso, dopo aver a tratti addirittura condotto le danze nelle prime due tornate, di concludere a un passo dal podio e come secondo migliore tra gli atleti del primo anno. Festa grande al traguardo non solo per il risultato personale, ma anche per la maglia tricolore del compagno, nonché favorito numero 1 della vigilia, Stefano Viezzi, a cui è bastato un singolo affondo al termine del 2° giro per risolvere a suo favore la contesa.

Soddisfazione espressa in maniera chiara dallo stesso Serangeli al termine della gara: “Sono davvero contento perché il weekend è stato molto positivo sia per me che per tutto il team. Il percorso non presentava difficoltà tecniche esagerate, ma il fondo ghiacciato ti costringeva a prestare massima attenzione ad ogni curva. Purtroppo nel 3° giro un avversario mi è scivolato davanti e ho dovuto affrontare bici in spalla tutto un tratto in contropendenza, perdendo così il trenino buono per il podio. Dopo questa bella esperienza voglio continuare a spingere per centrare l’obiettivo Mondiale. Mancano tre settimane alla rassegna iridata e in questo lasso di tempo penso di poter ancora salire di colpi e guadagnarmi così la convocazione. Sarebbe il finale perfetto di una stagione in cui mi sento di ringraziare sin da ora l’UC Foligno e, in particolare, il presidente Moreno Petrini e il preparatore Fortunato Baliani. Senza di loro non avrei mai neanche potuto immaginare di conquistare una medaglia ai Campionati Italiani con una squadra top come la DP66”. Grande riconoscenza quindi nei confronti dell’Unione Ciclistica Foligno, che in questi mesi, attraverso la partnership con la compagine friulana, ha continuato a supportare quotidianamente il suo crossista. Supporto che non mancherà anche nell’ultimo scorcio di questa intensa campagna invernale, che potrebbe tornare a colorarsi nuovamente di azzurro.

ALTRI ARTICOLI

CERCA NEL SITO

ULTIME GARE DISPUTATE

Serie B
33a di campionato, 13/4/2024
Cremonese - Ternana 1 - 2
Eccellenza
28a di campionato, 14/4/2024
Narnese - Olympia Thyrus 2 - 0
Città di Castello - Terni F.C. 1 - 1
Promozione gir. B
28a di campionato, 14/4/2024
Vis Foligno - AMC 98 0 - 0
San Venanzo - Ducato Spoleto 0 - 0
Real Virtus - Amerina 1 - 2
Guardea - Bevagna 0 - 1
Foligno Calcio - Sangemini Sport 5 - 2
Bastia - Campitello 1 - 0