"I numeri che vogliamo cambiare adesso sono quelli delle vittorie in casa. E naturalmente anche dei gol subiti nel finale". Così Roberto Breda nella conferenza stampa alla vigilia della delicata partita con il Cosenza (sabato ore 14 al Liberati) con la Ternana che ha bisogno di fare punti dopo la beffarda sconfitta di Pisa.

C'era un fallo su Raimondo nell'azione che porta al calcio d'angolo e poi al gol di Moreo? "Mi conoscete da un po', sapete che dell'arbitro non parlo. Mi piace lavorare su quello che possiamo determinare, l'arbitro è una variabile esterna. Abbiamo parlato di quello che potevamo fare meglio. Si riparte da zero e rimettiamo in discussione quello che abbiamo fatto. Abbiamo parlato di cosa potevamo fare di diverso. Il gruppo è uno spettacolo, sono spugne, hanno voglia di mettersi a disposizione e vogliono sapere come migliorare. Una partita che ci lascia l'amaro in bocca per non avere raccolto punti. Raccogliere punti deve essere la priorità".

Contro il Cosenza ultima occasione per la salvezza diretta? "Nessuno lo sa, siamo solo concentrati su questa partita che è molto importante e ha un peso specifico notevole. Al momento è la gara più importante della stagione. Hanno ottimi elementi, cambiato tecnico con tutto quello che comporta, ma noi dobbiamo essere superiori a tutte queste variabili".

Come sceglierà l'attaccante di partenza? "Ho una gerarchia, ma è sempre in discussione e monitorata partita dopo partita e allenamento dopo allenamento. Non solo in attacco ma in tutti i ruoli. Ci rientra lo stato di forma, le caratteristiche tattiche e fisiche degli avversari, che tipo di partite voglio fare nella partita.

Il Cosenza arriva con un nuovo allenatore: "Viali e Caserta non sono agli antipodi, hanno cose in comune ognuno con le proprie caratteristiche. Credo che la società si aspettasse un campionato diverso con gli investimenti fatti. E' una squadra a trazione anteriore che prova a far gioco, anche se i numeri della difesa non sono male. E' una partita che richiede letture importanti"

Sul cosiddetto caso Sorensen su cui anche il direttore sportivo Capozucca ha ritenuto dover intervenire con un comunicato: "Mi hanno dato fastidio le tante parole dette su questa vicenda. Se pensate che qualcuno mi fa la formazione vuol dire che non mi conoscete tanto bene"

Viviani ha iniziato a lavorare con la squadra, ma non è ancora convocato al pari di N'Guessan: "Pder quanto riguarda Viviani vediamo come procede nelle prossime partite"

Esiste una sindrome dei minuti finali? "Non è un problema fisico o di sofferenza, ma ci siamo abbassati troppo nei minuti finali perdendo pericolosità. Mi piacciono le squadre che segnano nell'ultimo quarto d'ora. Mi dà fastidio per i punti persi e perchè è un aspetto che può fare la differenza

ALTRI ARTICOLI

CERCA NEL SITO

Serie B
Squadra Pt G
Parma 76 38
Como 73 38
Venezia 70 38
Cremonese 67 38
Catanzaro 60 38
Palermo 56 38
Sampdoria 55 38
Brescia 51 38
Cosenza 47 38
Sudtirol 47 38
Modena 47 38
Reggiana 47 38
Pisa 46 38
Cittadella 46 38
Spezia 44 38
Ternana 43 38
Ascoli 41 38
Bari 41 38
Feralpisalò 33 38
Lecco 26 38

ULTIME GARE DISPUTATE