Bravi tutti i rossoblu che hanno contribuito al ritorno in serie D della Narnese, nella stagione in cui la compagine dei presidenti Garofoli e Gubbiotti non partiva certamente con i favori del pronostico. Il film di un campionato da incorniciare nelle pagelle di rito:
Schiaroli. Solo belle parate e decisive per il portiere tornato a vestire il rossoblu, in alcune partite sacrificato per la norma dei sottoquota. Voto 7,5.
Mazzucconi. Una promessa, classe ’95, non si è fatto intimorire da nessuno, anche in partite in cui la posta in gioco era molto alta. Voto 7.
Virgili: in campo per un debito di riconoscenza a chi lo aveva ospitato, dopo un accantonamento troppo frettoloso da parte della Ternana. E' stato al centro di un caso per il suo tesseramento, non si è scomposto e ha dato il suo contributo di esperienza. Voto 7.
Poggiani: Lo "straniero" del gruppo, abita a Montecastrilli. Regista della difesa, è stato definito per la sua precisione l'equilibratore. Voto: 7,5.
Nori: L'unico ritocco, azzeccatissimo, del mercato di riparazione. Giocatore di un'altra categoria, non ha avuto rivali sulla fascia di competenza. Punto fermo per la prossima serie D. Voto: 9.
Angeluzzi: Ha 21 anni, ma gioca come un veterano. Fisico e senso della posizione, ha ancora margini di miglioramento. Si è preso il lusso anche di segnare. Voto: 7,5.
Ciferri: Giovane difensore eclettico. Ha giocato indifferentemente da centrale e da esterno sinistro. Un investimento per il futuro. All'attivo anche una rete di pregevole fattura. Voto 7,5.
Donati: il centrocampista incursore ha dimostrato di figurare bene in categoria e anche qualcosa di più. Un ritorno in rossoblu più che positivo dai tempi degli allievi. Cinque reti segnate, ma potevano essere di più. Voto 9.
Manni: 39 anni e non sentirli. Dall'esordio in serie B con gol in Ternana-Bari di strada ne ha fatta tanta, ma ha dimostrato di avere ancora tanto da dare. Si è calato alla perfezione in categoria impugnando sciabola e fioretto. Micidiale sui calci piazzati. Voto 9,5.
Rimini: Non si ferma mai, moto perpetuo. E' andato anche in rete, è uno dei giovani di prospettiva per la Narnese del presente e del futuro. Sintomatico il fatto che si ispiri a capitan Silveri. Voto 7,5.
Silveri: Eccolo il capitano, l'atleta simbolo del gruppo rossoblu. Meno reti, tre, rispetto all'anno passato, ma anche di testa non certo il pezzo forte del suo repertorio. Da enfant prodige a elemento monumentale, si è sacrificato anche come difensore centrale. Voto 9,5.
Raggi: In tanti sostengono, a ragione, che senza i due mesi di fermo per l'infortunio la Narnese avrebbe chiuso i conti in anticipo. Ha fatto valere il peso della sua classe realizzando anche 5 reti. Voto 9,5.
Borrello: Tanti spezzoni di partita, si è anche alternato nell'economia dell'utilizzo degli juniores. Una rete e tanto talento da non disperdere. Voto 7.
Gaggiotti: ideale passaggio di consegna della maglia rossoblu dal padre Moreno. Molto completo, Matteo ha giocato da terzino, da mediano, fino a sostituire addirittura Quondam in attacco. Tre reti importanti. Voto 8.
Lupi: Era al secondo campionato in categoria. Per lui è arrivato il riconoscimento della riconferma tra i migliori centrocampisti juniores.
Voto 7.
Capocci: 20 presenze, altro elemento versatile della nidiata di giovani rossoblu. Autentica sorpresa, ha giocato come attaccante, centrocampista e anche da difensore. Voto 7.
Proietti: Grande velocità, arma in più nei finali di gara. Una rete al suo attivo. Il futuro è tutto alla sua portata. Voto 7.
Baratta: 14 presenze solamente anche a causa di qualche infortunio di troppo. Elemento geniale, ha cambiato in corsa diverse partite che sembravano segnate. Voto 7.
Quondam: Dulcis in fundo Paolone, 16 reti in 25 partite, nonostante le squalifiche un bel pezzo di serie D porta la sua firma in maniera inequivocabile. Il punto di riferimento, l'uomo che fa salire la squadra, che apre anche varchi per gli altri. Voto 9,5.
Bravi gli altri giovani impiegati: Alvisini, Bobboni, Martellotti, Ceccarelli, Straminelli, Nini. Poche presenze, ma una grande carta da giocarsi: la verde età.
Trippini: il 10 lo abbiamo riservato solo a lui, ci pareva il minimo per un allenatore che fa del lavoro meticoloso il suo cavallo di battaglia. Mai sopra le righe, grande umiltà e una costante ricerca per aggiornarsi dal punto di vista professionale. Merce rara anche per le categorie superiori. Non era riuscito a salvare il malato quando venne chiamato al capezzale della squadra in D, l'ha guarita e riportata dove l'aveva trovata.

ALTRI ARTICOLI

CERCA NEL SITO

ULTIME GARE DISPUTATE

Serie B
25a di campionato, 6/2/2016
Livorno - Ternana 1 - 0
Eccellenza
20a di campionato, 31/1/2016
San Sisto - Narnese 0 - 0
Promozione gir. B
20a di campionato, 30/1/2016
Orvietana - AMC 98 1 - 1
Olympia Thyrus - Campitello 0 - 1
N. Gualdo Bastardo - Amerina 0 - 0
G.M. 10 - Nuova Fulginium 0 - 0
Arrone - Nestor 3 - 3
Eccellenza
Squadra Pt G
Trestina 46 20
Subasio 42 20
Villabiagio 37 20
San Sisto 30 20
Castel del Piano 30 20
Angelana 29 20
Ventinella 27 20
M. Martana 25 20
Petrignano 23 20
Todi 23 20
Torgiano 22 20
Narnese 22 20
Bastia 21 20
Cannara 18 20
Pontevecchio 18 20
Trasimeno 13 20