Al via il Mondiale Superbike 2024, domani le prove libere sabato e domenica Gara1 e 2, con Danilo Petrucci che partecipa per il secondo anno consecutivo. Primo appuntamento in Australia, con l’esordio sul circuito rinnovato, nuovo asfalto, di Philip Island. Dopo i test di Jerez de la Frontera e Portimao si sono conclusi i giri cronometrati per mettere a punto le moto sulla pista australiana. Il pilota ternano ancora in sella sulla Ducati privata del Barni Spark Racing Team si è classificato al 12° posto della combinata delle due sessioni. Ma i distacchi non sono assolutamente pesanti, complessivamente ha percorso 89 giri con un best lap di 1’29″468, praticamente lo stesso tempo del britannico Sam Lowes (1’29″432), che lo precede di una posizione. Sono 9 i decimi che rende al migliore, il turco Toprak Razgatlioglu che, passato alla BMW, ha demolito il record della pista, piazzandosi davanti alla Ducati ufficiale dell’esordiente Nicolò Bulega, campione del mondo Supersport 2023 e alla Yamaha di Andrea Locatelli. Buon quarto Andrea Iannone con la Ducati del team Go Eleven, primo degli indipendenti. Certo, vista la concorrenza c’è l’obbligo di migliorare, di trovare una soluzione per riuscire ad essere più competitivi, soprattutto con le gomme morbide. L’anno scorso Petrux a Phillip Island era scattato dalla decima casella in griglia di partenza, ma era all’esordio assoluto nel Mondiale delle derivate di serie e quest’anno ha altri obiettivi. Il livello è sicuramente più alto rispetto al 2023, ma con un anno in più di esperienza vuole e deve essere protagonista ai massimi livelli. “Sono abbastanza contento perché abbiamo lavorato molto e nella seconda sessione abbiamo trovato qualcosa che ha funzionato. Ho fatto un buon tempo all’inizio della simulazione gara nelle prime battute di un long-run da 20 giri. Come al solito con le gomme morbide non riesco a trovare il massimo potenziale. Ho troppo grip dietro, all’ingresso e la moto tende ad andare dritta invece che curvare. La classifica come al solito non rispecchia i veri valori però stiamo già pensando come fare per trovare una chiave di volta. C’è molto grip con l’asfalto nuovo. Siamo stati veloci, ma lo dobbiamo essere di più per partire davanti. Dovremo trovare delle soluzioni e io dovrò cambiare qualcosa nella guida”. Non c’è molto tempo, tra due giorni ci saranno le prove ufficiali e sabato i primi punti iridati in palio con Superpole e Gara1. Fondamentale per il ternano la Superpole, ci vorrà un approccio importante per non partire poi nella prima gara dalle retrovie con l’unica possibilità della grande rimonta a tutti i costi. In Spagna Petrucci, a lungo nella Top 5 durante la seconda giornata di testa, aveva chiuso con il 9° tempo; posizione migliorata poi in Portogallo dove aveva fatto segnare l’8° riscontro cronometrico. Anche alla luce di queste prestazioni, poco più di una settimana fa, alla presentazione ufficiale del Barni Spark Racing Team, il ternano aveva dichiarato: “Abbiamo voluto entrambi questo rinnovo perché sia io che il team sappiamo che ci sono tutti i presupposti per fare meglio dello scorso anno dove sono arrivati risultati più che soddisfacenti (tre volte sul podio, un secondo e due terzi posti n.d.r.). Se siamo ancora qui è perché vogliamo di più. Nel 2023 abbiamo impiegato metà stagione per arrivare a essere competitivi, ora ripartiamo con una consapevolezza diversa fin dalla prima gara”. Prime risultanze all'alba domani in Italia.

ALTRI ARTICOLI

CERCA NEL SITO

ULTIME GARE DISPUTATE

Serie B
33a di campionato, 13/4/2024
Cremonese - Ternana 1 - 2
Eccellenza
28a di campionato, 14/4/2024
Narnese - Olympia Thyrus 2 - 0
Città di Castello - Terni F.C. 1 - 1
Promozione gir. B
28a di campionato, 14/4/2024
Vis Foligno - AMC 98 0 - 0
San Venanzo - Ducato Spoleto 0 - 0
Real Virtus - Amerina 1 - 2
Guardea - Bevagna 0 - 1
Foligno Calcio - Sangemini Sport 5 - 2
Bastia - Campitello 1 - 0