La 18enne Margherita Cerritelli (Tennistavolo Campomaggiore Terni) ha conquistato il titolo italiano di terza categoria. Al PalaPirastu di Cagliari ha battuto in finale per 3-2 (7-11, 11-7, 11-5, 1-11, 11-5) Jessica Ramazzini (Tennistavolo Vallecamonica). Secondo oro tricolore per lei, dopo quello di quarta categoria del 2019, anno in cui si era imposta anche nel doppio misto con Igor Milic.

Si sono affrontate nell’atto conclusivo coloro che erano inizialmente le teste di serie n. 5 e n. 2 e che, perdendo nei rispettivi gironi di qualificazione contro Francesca Caramagna (Tennistavolo Enjoy) e Francesca Seu (Muravera Tennistavolo), hanno disputato dei tabelloni in salita.

Cerritelli ha prevalso nei sedicesimi per 3-1 (11-4, 5-11, 11-5, 11-7) su Maria Tognali (TT Vallecamonica), negli ottavi per 3-1 (11-9, 11-7, 4-11, 11-7) su Francesca Seu, nei quarti per 3-0 (11-9, 11-7, 11-9) su Giulia Varveri (TT Campomaggiore Terni) e in semifinale per 3-1 (12-10, 5-11, 11-3, 11-8) su Marialucia Di Meo (Tennistavolo Norbello).

Ramazzini ha eliminato nell’ordine per 3-1 (14-12, 10-12, 11-7, 11-9) Ecaterina Mardari (Tennistavolo Vasto), per 3-2 (11-8, 8-11, 11-9, 5-11, 13-11) Ana Brzan (TT Norbello), per 3-0 (11-2, 11-8, 11-3) Xu Yi Yan (Tennistavolo Enjoy) e per 3-0 (11-4, 12-10, 11-7) Chiara Daverio (Tennistavolo Varese), che ha, dunque, condiviso il terzo gradino del podio con Di Meo.

In finale la bresciana è salita dal 4-4 al 7-4, è stata recuperata dall’8-5 all’8-7 e ha piazzato il decisivo break di 3-0. Nel secondo set è stata la portacolori umbra a prendere il comando (5-2), è stata appaiata e superata (5-6) ed è ripartita (9-6), chiudendo a suo favore.

Alla ripresa del gioco Cerritelli si è portata a 3-3 a 6-3 e dal 6-4 ha ampliato il margine verso il successo. Nel quarto parziale Ramazzini ha dominato e si è andati alla “bella", nella quale l’atleta del Campomaggiore è scattata sul 4-0 e ha cambiato campo sul 5-1. Si è procurata sette match-point e il terzo le ha consegnato il tricolore.

«È stata una partita piuttosto complicata - spiega Cerritelli - perché il gioco di Jessica è fastidioso da fronteggiare. Puntavo davvero a questa medaglia, quest’anno è stato molto difficile per me, per un infortunio che non mi ha fatto allenare quanto avrei desiderato, Questa vittoria stata sofferta e meritata. Qui a Cagliari ho conquistato anche l’argento nel doppio femminile e il bronzo nel misto e dunque è stata una partecipazione molto positiva. Ora mi metterà alla prova in seconda categoria e sono curiosa di vedere cosa riuscirò a fare nelle prossime giornate. Spero in buoni risultati».

ALTRE NOTIZIE

CERCA NEL SITO

ULTIME GARE DISPUTATE

Serie B
38a di campionato, 10/5/2024
Feralpisalò - Ternana 0 - 1