"Nella mia mente il K2 è l'immaginario della montagna". Furono queste le parole di Stefano Zavka riportate nel documentario della Rai sulla spedizione Mountain Freedom. Dal chiuso della sua tenda, tra i "campi" in mezzo alle montagne innevate della seconda vetta più alta della Terra, il sorriso di Stefano raggiunse il cuore di migliaia e migliaia di italiani, appassionati e non della montagna.

Alle 15.49 (ora del Pakistan) del 20 luglio 2007 lo scalatore ternano raggiunse finalmente la vetta del K2 a 8.609 metri. La notizia arrivò a Terni mentre in città (alle 18.49 ora italiane) cominciava a farsi strada la classica euforia da weekend del tardo pomeriggio estivo del venerdì. Gli amici più stretti, i familiari e gli esperti di montagna che seguivano la spedizione sapevano, però, che quell'orario così tardo per effettuare la seconda metà della salita, ovvero la discesa, poteva nascondere insidie enormi.

Tanta era la voglia di Zavka di raggiungere quella vetta che aveva solo sfiorato nel 2005, due anni prima, dovendo rinunciare ormai vicinissimo all'impresa. Capospedizione era Daniele Nardi, scomparso lo scorso inverno sullo Sperone Mummery del Nanga Parbat. Poi c'era Michele Fait, che dovette rinunciare a raggiungere la cima e che morì due anni dopo nel 2009 tentando la discesa con gli sci del K2. E poi c'era Mario Vielmo, unico sopravvissuto, che era proprio con Stefano in quei drammatici momenti della discesa. Furono ore di ansia e di angoscia quando si venne a sapere che Stefano non era tornato in tenda.

Ad oggi, il racconto di Vielmo è l'unica testimonianza diretta degli ultimi istanti di vita di Stefano Zavka. Il ricordo dello scalatore ternano, ragazzo umile e di rara generosità, guida alpina esperta e sempre disponibile, arrampicatore dotato di tecnica e conoscenza, vive da quel 20 luglio 2009 nel cuore dei famigliari e degli amici che hanno avuto la fortuna di conoscerlo ed essere contagiati dalla sua grande voglia di vivere.

Due anni fa in occasione del decimo anniversario della scomparsa, il 26 maggio 2017 è stato presentato il libro "Salire con Stefano" di Lorenza Moroni (Ricerche&Redazioni Editore), splendido ritratto dell'alpinista ternano e della sua filosofia di vita da parte di una delle sue più care amiche e compagne di arrampicata. Ogni anno l'associazione Stefano Zavka organizza il festival "Vette in Vista" dedicato alla passione per la montagna del ragazzo che per sempre resterà "il ternano che ha conquistato il K2".

ALTRI ARTICOLI

CERCA NEL SITO

ULTIME GARE DISPUTATE

Serie C gir.C
9a di campionato, 13/10/2019
Bari - Ternana 2 - 0
Eccellenza
6a di campionato, 13/10/2019
Assisi Subasio - Orvietana 0 - 0
Narnese - Lama 1 - 0
Promozione gir. B
6a di campionato, 13/10/2019
Vis Foligno - Romeo Menti 3 - 1
Viole - Campitello 2 - 3
San Venanzo - AMC 98 0 - 0
Olympia Thyrus - Athletic Bastia 2 - 0
Montecastello Vibio - Giove 2 - 2
Massa Martana - Montefranco 1 - 1
Amerina - Clitunno 2 - 3