L'analisi del tecnico della squadra rossoverde Fabio Gallo in sala stampa al termine della gara vinta per 2 a 1 con l'AZ Picerno con Alexis Ferrante (l'esultanza dell'attaccante nella foto di Stefano Principi" nei panni del match winner:

"Non siamo partiti forte come avevo chiesto alla squadra e questo mi ha fatto anche arrabbiare, però siamo riusciti anche così a creare quattro occasioni da rete. Poi queste partite se non le chiudi vai incontro a delle difficoltà. Sul loro gol il tiro è stato deviato, una situazione inaspettata che ti toglie certezze e questo non deve accadere perché l'avversario sente che può farci male. Nel secondo tempo un'altra partita, con un campo così bravi a vincerla anche in 10. Avevo pensato alla sostituzione di Paghera, 20 secondi mi sono girato e ho visto il secondo giallo....Ci siamo presi dei rischi con lo scorrimento della palla, poi abbiamo capito come giocare su un terreno inzuppato d'acqua. Ad un certo punto ho pensato al rinvio. Comunque sarebbe stata una beffa, come con l'Avellino, non vincerla. L'azione del secondo gol è stata bellissima con un grande cross di Palumbo e il colpo di testa strepitoso di Ferrante. Paghera uno dei migliori? Fabrizio è in un buon momento sia mentale che fisico. E' un trascinatore, ma la mia paura, conoscendo il suo temperamento, si è materializzata. Diakite' è stato fuori due mesi, ma non ha mai obiettato e ha accettato sempre le nostre decisioni. Ora poteva essere utile e cosi è stato".

"La squadra ha carattere, ha un'idea di calcio ben consolidata. Rispetto sempre gli avversari, ma abbiamo vinto in modo meritato, dobbiamo lavorare e migliorare. Sì il presidente Bandecchi è tornato, ha parlato ai ragazzi prima dell'inizio della partita per 5 minuti, li ha incitati. Una gara vinta così stavolta in casa, come quella di Bisceglie fuori, aumenta l'autostima e dobbiamo proviamo provare a vincere sempre così come abbiamo fatto finora. La squadra deve capire che deve concretizzare e chiudere le partite quando ne ha l'opportunità. L'assenza di Salzano? Ha preso un colpo sopra al ginocchio durante l'allenamento di ieri, si è formato un versamento e non era disponibile. Spero di averlo già per mercoledì in Coppa".

Così invece Domenico Giacomarro tecnico dei lucani:

"C'è rammarico per non aver portato a casa almeno un punto. La forza d'urto della Ternana e l'arbitro che ha pilotato la gara in una direzione nell'ultimo quarto d'ora ci hanno privato del risultato. Dopo l'espulsione di Paghera l'ha indirizzata così, non ci ha dato un rigore per un mani in area. Una piccola sudditanza. Una squadra piccola come la nostra deve soffrire. Ma d'altra parte una squadra come la Ternana con gente come Vantaggiato e Ferrante arriva una volta e ti fa male. Dopo i primi 20 minuti ho temuto un'imbarcata. Hanno giocatori che fanno la differenza. Ma l'arbitro ha gestito gli ultimi 15 minuti, ci sono episodi che voglio rivedere".

ALTRI ARTICOLI

CERCA NEL SITO

Serie C gir.C
Squadra Pt G
Reggina 69 30
Bari 60 30
Monopoli 57 30
Potenza 56 30
Ternana 51 30
Catania 47 30
Catanzaro 43 30
Teramo 41 30
Virtus Francavilla 40 30
Avellino 40 30
Vibonese 39 30
Viterbese 39 30
Casertana 38 30
Cavese 38 30
Paganese 36 30
Picerno 32 30
Sicula Leonzio 29 30
Bisceglie 20 30
Rende 18 30
Rieti 15 30

ULTIME GARE DISPUTATE