Nella giornata del ricordo di Kobe Bryant e di Mario Leorsini, giocatore storico della Frasca basket Acquasparta, deceduto il 24 gennaio dopo aver combattuto a lungo contro una malattia, la Virtus contro Fara in Sabina deve fare a meno di ben cinque giocatori. Rinaldi e Menicocci ai box causa influenza, Corpetti infortunato al ginocchio, Belvedere per impegni familiari e Frolov infortunato alla caviglia in corso d'opera e tenuto precauzionalmente a riposo.

Con queste premesse era normale dover soffrire più del previsto contro una squadra che non aveva la pressione del risultato e che ha trovato una serata al tiro piuttosto positiva. La squadra di Pasqualini parte comunque con il piglio giusto e in particolar modo a cavallo tra il secondo e terzo quarto piazza un break che la porta sul più 19 grazie alle giocate dei due top scorer, Alija e Carosi, e all'ottimo contributo di Picchiarati, Pauselli, Passari e Macchioni.

Poi come accaduto già in altre occasioni, il quintetto virtussino tende a staccare il piede dall'acceleratore e questo permette ai laziali di tornare in partita fino al meno 2 a pochi secondi dalla fine. In questa fase la voglia di vincere ha fatto la differenza e due giocate difensive di spessore, unite alla precisione dalla lunetta sul fallo sistematico degli avversari, hanno permesso alla Virtus di portare a casa la nona vittoria consecutiva.

Sabato si torna in campo, sempre ad Acquasparta, contro Babadook Rieti, con la speranza di recuperare tutti gli infortunati.

VIRTUS FERRETTI: Picchiarati 5, Grilli, Finetti 3, Passari 7, Carosi 19, Macchioni, Frolov 8, Arra, Pauselli 6, Alija 20.

ALTRI ARTICOLI

CERCA NEL SITO

ULTIME GARE DISPUTATE