"Ho avuto la fortuna di conoscere il miglior Bandecchi, sia l'uomo che l'imprenditore. E il suo slancio di generosità non mi sorprende". Sandro Pochesci commenta così le iniziative di solidarietà lanciate dal patron della Ternana in favore dell'Ospedale Santa Maria di Terni e dell'Istituto Spallanzani di Roma.

Lui che, si sa, ha avuto un rapporto di odio e amore con il presidente rossoverde non è sorpreso della solidarietà di fronte all'emergenza Coronavirus: "Il calcio è un'altra cosa, ma per il resto Bandecchi è il numero uno. Potrebbe fare il presidente del consiglio. Del resto era proprio questo il suo sogno, mi diceva sempre 'Pochesci, io sarò presidente del consiglio e tu allenerai la Nazionale. Bandecchi ha origini umili, il papà era camionista, è un povero che è diventato ricco. E' una persona di cuore che adesso dona a chi ha bisogno".

Prima di diventare allenatore, Pochesci lavorava come portantino nel reparto dialisi dell'Ospedale Grassi di Ostia. E sull'emergenza dice: "Si parla poco degli infermieri e tanto dei medici. L’infermiere è il vero motore dell'ospedale, il medico è come l’allenatore, ma il protagonista non è l’allenatore, sono i calciatori e i calciatori sono i nostri infermieri. Sono un uomo di calcio ma ultimamente faccio fatica anche soltanto a guardarle le trasmissioni sportive, cerco piuttosto di seguire TG e faccio le 3-4 di notte per ascoltare i pareri dei dottori e degli scienziati".

E il calcio? "Parlare di ripresa dei campionati adesso è come credere alla befana. Il virus è stato sottovalutato e nessuno riesce a spiegare in maniera chiara cosa sta succedendo. Eppure sento gente nel mondo del calcio che ancora parla di calendari e campionati o di riprendere gli allenamenti, mentre stanno morendo migliaia di persone. Prima di tutto bisogna risolvere l'emergenza, poi parleremo anche di calcio. Ripartire da zero non sarebbe la fine. Quando la situazione sarà tornata alla normalità, le persone dovranno pagare le bollette e dovrà ripartire il mondo del lavoro. Davvero qualcuno crede che la gente, finita la crisi, tornerà immediatamente allo stadio?".

foto di Alberto Mirimao

ALTRI ARTICOLI

CERCA NEL SITO

Serie C gir.C
Squadra Pt G
Reggina 69 30
Bari 60 30
Monopoli 57 30
Potenza 56 30
Ternana 51 30
Catania 47 30
Catanzaro 43 30
Teramo 41 30
Virtus Francavilla 40 30
Avellino 40 30
Vibonese 39 30
Viterbese 39 30
Casertana 38 30
Cavese 38 30
Paganese 36 30
Picerno 32 30
Sicula Leonzio 29 30
Bisceglie 20 30
Rende 18 30
Rieti 15 30

ULTIME GARE DISPUTATE