"Non siamo in grado di giocare". Il presidente della Lega Pro, Francesco Ghirelli, ha ribadito la sua posizione dopo che il Consiglio Federale ha allungato fino al 20 agosto il termine per portare a conclusione i campionati di Serie A, B e C. La Figc ha anche deciso di respingere la proposta di blocco del campionato, delle retrocessioni e dei ripescaggi, ma anche la promozione delle prime di ciascun girone e della quarta per merito sportivo. Così Ghirelli ha lanciato anche un messaggio ben preciso agli otto club, tra cui la Ternana, che hanno scritto a Gravina insistendo per disputare i playoff: "Qualcuno può andare a sollecitare scrivendo lettere per giocare, ma devo proteggere gli interessi di tutti i club" le parole del presidente di Lega Pro.

La Serie A vorrebbe riprendere il 13 giugno ma la sospensione delle attività sportive decisa dal governo vige almeno fino al 14. La Uefa dovrà allungare il termine del 2 agosto, ma il 29 le coppe dovranno per forza concludersi. Il piano B della Figc prevede playoff e playout se il Covid-19 dovesse imporre un nuovo stop. In caso di sospensione definitiva, invece, piano C ovvero definizione delle graduatorie con promozioni e retrocessioni con criteri da individuarsi per merito sportivo. L'articolo 218 del decreto rilancio consente alla Figc la possibilità di rivedere il format dei campionati e quindi tenere viva l'ipotesi di far disputare solo playoff e playout oppure, se non ci fossero proprio le condizioni, cristallizzare la classifica attraverso la media punti ponderata. Una decisione che però potrebbe aprire contenziosi.

Secondo tuttoc.com, le società di Lega Pro contrarie alle decisioni del Consiglio Federale minacciano adesso lo sciopero. Il tam tam sarebbe passato attraverso WhatsApp e alcuni club sarebbero sul punto di rifiutarsi di riprendere l'attività sul campo. Gli stessi che non avrebbero gradito l'iniziativa degli "hateful eight" di scrivere a Gravina, mossa vista da alcuni come una mancanza di rispetto verso le decisioni adottate dall'assemblea di Lega Pro. Per i medici sportivi di Serie C il protocollo per la ripresa degli allenamenti di squadra collettivi è inattuabile a causa dei costi e della mancanza di strutture. Linee guida fuori portata per i club di terza serie, non tutti ma la maggior parte. Una spaccatura che dovrà essere sanata ancora una volta dall'assemblea dove Ghirelli cercherà di trovare una difficilissima sintesi.

ALTRI ARTICOLI

CERCA NEL SITO

Serie C gir.C
Squadra Pt G
Ternana 0 0
Avellino 0 0
Bari 0 0
Bisceglie 0 0
Casertana 0 0
Catania 0 0
Catanzaro 0 0
Cavese 0 0
Foggia 0 0
Juve Stabia 0 0
Monopoli 0 0
Paganese 0 0
Palermo 0 0
Potenza 0 0
Teramo 0 0
Trapani 0 0
Turris 0 0
Vibonese 0 0
Virtus Francavilla 0 0
Viterbese 0 0

ULTIME GARE DISPUTATE