In apertura della conferenza stampa alla vigilia della terza giornata di campionato inevitabili le domande al tecnico rossoverde Cristiano Lucarelli sulle operazioni della Ternana alla chiusura del calciomercato.

"Ieri pomeriggio, più o meno erano le 18 - ha raccontato Lucarelli - ho mandato un messaggio a Luca Leone dicendogli che era da 8. Vediamo se diventi da 10. E' stato da 9. A parte le battute, la società ha fatto il massimo per accontentarmi nei limiti delle nostre possibilità e volontà degli altri a cedere. Sono soddisfatto, Leone è stato bravo, gli faccio i complimenti. Un conto comunque è la teoria, un conto la pratica. Il Bari era favorito ha vinto la Reggina, il Lecce era favorito per 7 anni e non è riuscito a salire. Adesso sono curioso di vedere le risposte sul campo. Teoricamente sulla carta si può pensare che manchi qualcosa, in questo caso un bravo allenatore si mette a lavorare sul campo per trovare la quadratura.
Non ho mai chiesto un attaccante da doppia cifra. Ho chiesto di raggiungere in totale quota 50. Abbiamo 8 attaccanti, se ne fanno 5 a testa siamo già a a buon punto. Comunque Vantaggiato può arrivare a 15 gol. Il marcatore centrale mancino non è vitale per la difesa a quattro, a tre sì. Ne abbiamo diversi esempi: Ferri e Mandorlini nell'Inter di Trapattoni erano due destri".

"Frascatore si è già allenato con noi, non è prontissimo ma è spendibile per un certo numero di minuti. Dobbiamo solo aspettare l'esito del tampone. Dobbiamo aspettarlo insieme a Raicevic e a Falletti, che comunque è già avanti. Palumbo e Boben sono già pronti. Per quanto riguarda i giocatori non disponibili a Pagani: qualche flebile speranza per la panchina per Paghera, Ferrante e Salzano no".


Sulle dichiarazioni di Vantaggiato nel dopo partita di sabato abbiamo fatto noi la Paganese... Lucarelli ha detto: "Non è adattarsi alle caratteristiche degli altri, ma prevenire quello che sarà l'atteggiamento degli avversari. A parità di voglia di correre, di fargli la festa, di voglia di vincere, avere coraggio, poi emergono i valori tecnici a parità motivazionali. Non abbiamo raggiunto la quadratura, dobbiamo portare tutti alla stessa condizione ottimale. Oggi si vive alla giornata con la mentalità giusta. Loro (il Palermo n.d.r.) verranno con grandi motivazioni".

"Secondo me dopo il mercato le più forti? Ci sono squadre non pronosticabili, tra le prime metto il Teramo che l'anno prima ha fatto meno rispetto alle potenzialità. Sotto traccia ha fatto bene il Catania, con un buon mix tra giocatori giovani ed esperti. Il catanzaro e poi quelle che tutti danno per sicure protagoniste quindi Bari, Avellino, Palermo e Ternana. Però io dico, rovesciando il pronostico, che noi possiamo essere la sorpresa del campionato".

Sull'abbondanza dei giocatori a disposizione: "Meglio non aver scelte obbligate, ho avuto problemi solo con l'Albinoleffe. La concorrenza alza la qualità e l'intensità degli allenamenti. Poi ci può scappare qualche scarpata in partitella.....Siamo stati condizionati in avvio della regola dei 22, ciò che ci aveva convinto a prendere un giocatore in grado di ricoprire più ruoli, come Kontek. Non è che ho scoperto l'acqua calda, lo conoscevo e seguivo da un paio di anni. Si è formato calcisticamente come centrocampista poi è stato arretrato".

"L'esclusione dalla lista era già stata ventilata ai diretti interessati, aspettiamo ancora 24 ore poi conoscerete tutto. Chi prende Bergamelli fa un affare, è un giocatore validissimo. Tra i nuovi di Boben non mi ricordavo bene, non sapevo fosse in uscita dal Livorno. E' perfetto per noi per fisicità, per combattiva, buono per la difesa a quattro. Pur essendo 1 e 91 è anche veloce, manteniamo fisicità ma miglioriamo la velocità".

"Il palermo? il fuoriclasse è Boscaglia. Hanno fatto innesti di categoria su un'intelaiatura di top player di serie C e completato rosa già prima della fine del mercato, lo hanno fatto bene sono andati su giocatori importanti per la categoria. Poi prendono Luparini, svincolato dal Trapani. Hanno perso la prima giornata, ma la trasferta di Teramo ha un coefficiente di difficoltà altissimo, campo sintetico a 35 gradi può costituire un problema. Ci può stare di non fare risultato positivo. Non hanno giocato domenica col Potenza e hanno potuto iniziare a preparare la partita di domani da venerdì. Questo lo sapete non è un alibi. Mi aspetto un avversario coriaceo, in cerca di punti, un test che ci può dare altre informazioni sulle nostre possibilità. Moduli speculari, i duelli individuali contano molto ma anche i livelli intermedi".

Sulla richiesta della Ternana di aprire il Liberati a 1000 spettatori: "Mi auguro che la Regione, anche se siamo a 80 chilometri, si ricordi che noi giochiamo di mercoledì".

"Per la formazione non escludo nulla, potrei ripartire con lo stesso undici ma non è escluso qualche cambiamento. Parlerò con i giocatori, ho la possibilità perché poi andiamo in ritiro. Il copia incolla non va bene, le situazioni variano da giocatore a giocatore".

Foto di Stefano Principi

ALTRI ARTICOLI

CERCA NEL SITO

Serie C gir.C
Squadra Pt G
Ternana 15 7
Bari 14 6
Teramo 14 6
Avellino 14 6
Turris 11 6
Juve Stabia 10 7
Vibonese 9 6
Catanzaro 8 5
Monopoli 8 6
Bisceglie 7 5
Catania 6 6
Viterbese 6 7
Paganese 6 7
Virtus Francavilla 5 7
Potenza 5 6
Cavese 4 7
Casertana 3 5
Foggia 3 5
Palermo 1 4
Trapani -1 0

ULTIME GARE DISPUTATE

Serie C gir.C
7a di campionato, 25/10/2020
Ternana - Foggia 2 - 0
Eccellenza
1a di campionato, 18/10/2020
Orvietana - Lama 1 - 0
Castel del Piano - Olympia Thyrus 2 - 1
Branca - Narnese 1 - 3