Per la seconda giornata del girone di ritorno arriva, al Muzi, il Massa Martana. Antagonista messo, discretamente, in classifica, il cui rendimento è abbastanza altalenante. Le cose migliori è abituato a farle sul terreno di casa, le cui ridotte dimensioni mettono, a volte, in difficoltà le formazioni ospiti. L’Orvietana, quando nessuno pensava ad una stagione che si sta confermando clamorosamente vincente, s’impose per due reti a una. La direzione di gara non si rivelò esemplare con il direttore di gara che commise diversi errori, ultimo, per tempistica, la mancata esposizione del cartellino rosso a Biancalana a provocare il reclamo dei padroni di casa, successivamente respinto dalla Corte Federale. E’, ad ogni modo, una squadra spigolosa, con un attaccante di grido, Gesuele, autore di due reti nell’ultima giornata e sempre pericoloso. Manu Guinazu lo sa e offre le giuste garanzie. Ciccone, sempre attento a tutto, ha seguito personalmente anche il lavoro dell’addetto al campo, interrompendo il taglio dell’erba, causa il terreno troppo inzuppato. Tiene, anche, sotto pressione i propri collaboratori, solerti nel presentargli, in perfetto orario, quanto da lui richiesto. Insomma, si respira un clima degno della prima della classe. Augurando che tutto prosegua fino alla fine, va annotata la squalifica di Flavioni per somma di ammonizioni. Il ricambio c’è e potrebbe essere Biancalana, per il resto è competizione a caccia di qualche maglia. In particolare, davanti, dove, se Sciacca e Bracaletti paiono inamovibili, al terzo posto concorrono Vicaroni, Keita e Nicodemo. Meglio l’abbondanza che la miseria. Vedremo quali saranno le scelte definitive dell’allenatore.
Arbitrerà Tommaso Capoccia di Perugia, ventitré anni, arrivato, con questa, alla quindicesima designazione stagionale. In Eccellenza ha diretto, fino a oggi, sei partite, il resto in Promozione. Sette delle gare fin qui dirette sono terminate con il successo delle squadre in trasferta. Collaboratori, Jacopo Goretti di Perugia e Mohamed Ben Boubaker di Foligno.

Nel gruppo di cui si compone l’Orvietana è l’unico ad essere ternano DOC. “Perché Mario (Di Patrizi) – attacca sorridendo - è di Piediluco, mentre, noi Flavioni siamo nel capoluogo da sette generazioni”. Francesco Flavioni ha piacere d’essere ternano ma, non per questo, considera secondaria l’esperienza che sta facendo a Orvieto. “Lo dico in tutta sincerità. Qui si sta bene, tutto funziona secondo le regole e non sono il solo a pensarlo. Tra l’altro faccio il pendolare ma sottoscrivo tutte le belle parole spese dai miei compagni che fanno base nella vostra città”. Lui gioca da terzino sinistro, il suo percorso calcistico è iniziato parecchio più avanti: “Sono stato alla Ternana dai alla prima squadra, nella quale, peraltro, non sono mai stato utilizzato e inizialmente ero utilizzato quale attaccante. Con il trascorrere degli anni sono giunto ai numeri di maglia più bassi, passando per più ruoli. La posizione attuale è arrivata in modo naturale e non ho rimpianti”. Francesco ha sempre diviso la passione per il calcio con Federico, fratello gemello. “ Siamo andati avanti sempre assieme, fino agli allievi nazionali. Poi le strade si sono divise, lui ha girato, come me, militando in diverse squadre, prima di dire basta e dedicarsi al lavoro”. Federico, da buon gemello, quand’era in campo, faceva il terzino destro e, insieme, formavano una bella coppia. Fede, che adesso si diverte con il calcetto, è geometra e lui ragioniere ma, per il momento, le conoscenze del diritto ed economia, economia aziendale e altro restano in attesa di utilizzazione. “ Finché dura…preferisco lavorare nel calcio, poi si vedrà”. A casa la cosa non sembra dispiacere. La domenica lo seguono tutti, portando con loro Billy, il cagnolino padroncino di casa.
L’impressione che sia tipo abbastanza taciturno la sottoscrive subito: “ Effettivamente, preferisco di più ascoltare. Credo più ai fatti che alle parole”. Teoria che sa applicare, molto bene, in campo. Raramente, gli avversari che provano un cambio gioco con lancio lungo riescono a trovarlo impreparato. La porzione di campo da lui occupata è sempre coperta, dando sicurezza ai compagni come a chi segue la partita. Non disdegna gli inserimenti e ha un discreto cross. Proprio contro il Massa Martana, prossimo avversario, ha messo a segno anche una rete: “ Credo che, quel giorno, il vento mi abbia dato una mano...”.
Tifa Inter, però, a dirlo è lui, sulla pelle ho stampati i colori rossoverdi. La Società dimostrò buona considerazione per il giovane Flavioni, tant’è che, prima di lasciarlo libero lo mandò in prestito alla Sanbenedettese, con la quale vinse il campionato di Serie D, poi al Giulianova, ancora sull’Adriatico e lì la squadra si aggiudicò campionato e Coppa Italia d’Eccellenza. Dall’Adriatico al Tirreno, destinazione Nuorese, insieme a Guazzaroni. Oltre al calcio, mare e mangiare al top e l’amore. Perché Martina, laureanda in Scienza delle Comunicazioni che studia a Bologna è, anche adesso, con lui. Non c’è di mezzo il mare, in quanto:” C’è un bel fifty-fifty. Lei mi porta al mare io la ospito qui. Sta diventando molto brava in cucina e dovrò fare attenzione per mantenere il peso forma”.
La partita con il Massa Martana lo troverà costretto in tribuna. L’ammonizione presa a Ellera ha fatto scattare la squalifica: “ Sono tranquillo, ho piena fiducia nei miei compagni. Ce la faranno anche senza di me”. Come già affermato da altri, Francesco assegna un ruolo, molto importante, alla serenità che c’è nello spogliatoio: “ Sono convinto che anche l’armonia contribuisca ai risultati che stiamo ottenendo. Dobbiamo proseguire così, evitando il farci male da soli, un aspetto che può diventare più pericoloso di tutti gli avversari”.

ALTRI ARTICOLI

CERCA NEL SITO

Eccellenza
Squadra Pt G
Orvietana 78 34
Lama 69 34
Narnese 68 34
Ellera 65 34
Pontevalleceppi 56 34
Sansepolcro 49 34
Nestor 48 34
Massa Martana 45 34
San Sisto 44 34
Castiglione Lago 43 34
Olympia Thyrus 42 34
Branca 41 34
Bastia 40 34
Angelana 37 34
Ducato Spoleto 35 34
Castel del Piano 33 34
Gualdo Casac. 20 34
F. Assisi Subasio 19 34

ULTIME GARE DISPUTATE

Eccellenza
34a di campionato, 8/5/2022
Orvietana - Ducato Spoleto 1 - 1
Olympia Thyrus - Nestor 4 - 2
Narnese - Massa Martana 4 - 0
Promozione gir. B
33a di campionato, 15/5/2022
Vis Foligno - Amerina 0 - 0
Todi - Romeo Menti 0 - 0
Terni Est Soccer School - Viole 3 - 0
Superga 48 - Guardea 1 - 0
San Venanzo - Julia Spello 3 - 1
Montefranco - Petrignano 2 - 0
Montecastello Vibio - Campitello 1 - 5
AMC 98 - C4 Foligno 2 - 3