di Antonello Di Muccio

Ritmi di vita sostenuti e scanditi principalmente da lavoro, famiglia, casa e vita sociale difficilmente lasciano spazio ed energie per recarsi in palestra e affrontare quella seduta di allenamento tanto utile alla propria salute fisica e mentale. Molto spesso, quando possibile, l’attività fisica e lo sport vengono relegati solo al week-end.

Esiste però una pratica che sta prendendo piede, soprattutto nelle grandi città, e che vede sempre più persone in sella alla propria bici, a percorrere chilometri e chilometri, per qualsiasi ragione e verso le più disparate destinazioni. Questo fenomeno, che più semplicemente possiamo identificare col nome di Bike to Work, nasce dall'idea di raggiungere il luogo di lavoro a bordo della propria bicicletta.

Una soluzione che certamente può giovare alla salute, ma anche al portafoglio e all'ambiente, perché si evitano di prendere mezzi, privati o pubblici.

L’importante, nel caso si scelga di adottare quello che può essere considerato, almeno in parte, un vero e proprio stile di vita, è cercare te le migliori bici in commercio, quella che più si adatta alle proprie esigenze e capacità.

Vediamo allora cosa tenere in considerazione per la scelta della bici più adatta a praticare questo nuovo “sport” in città, in grado di ottimizzare tempi, risorse e benessere.

Come scegliere le migliori bici per praticare il Bike to Work

Il primo nodo da sciogliere, se si desidera sposare il Bike to Work, riguarda la scelta della bicicletta.

Magari è da tanto che non se ne inforca una o non la si possiede affatto, per cui è necessario prima di tutto acquistarne una nuova. Ma quale scegliere e cosa considerare prima di comprarla?
Lanciarsi sulle migliori bici presenti sul mercato non implica necessariamente dotarsi di una che sia davvero adatta alle proprie esigenze. Per quanto possa essere iper-accessoriata e dotata di moderne tecnologie, una bicicletta, per essere quella giusta, deve rispettare precisi criteri.

In primo luogo, essere in linea con la corporatura e l’altezza di chi dovrà guidarla. Un po’ come accade per un abito, anche le migliori bici rendono al massimo solo se sono della taglia giusta.
È pertanto necessario calcolare altezza e misure del corpo, prima di poter scegliere la bici, poiché da questa dovrà dipendere anche lo spessore del telaio, l’altezza della struttura e le sue dimensioni.

In secondo luogo, bisogna tenere presenti le superfici su cui si pensa di pedalare. Trattandosi di Bike to Work, una bici da città dovrebbe andare più che bene, dato che si pedalerà principalmente sull’asfalto, più che su terreni dissestati, come gli sterrati di campagna. In ogni caso, se si pensa di utilizzarla anche su altri terreni, allora vale la pena ponderare bene l’uso che se ne farà, perché da questo dipendono il peso del telaio, la leggerezza del mezzo e lo spessore delle gomme.

In ultima battuta, per vagliare se sia o meno quella giusta, si può anche chiedere al rivenditore di provarla in negozio e testare direttamente il comfort della pedalata.

Come accessoriare la bici e renderla idonea al Bike to Work

Per rimanere sul pratico, nella scelta di una bicicletta utile ad avviarsi al Bike to work, vanno considerati anche gli eventuali accessori da abbinare ad essa.

Se, infatti, si deve andare al lavoro, ma anche in palestra, sbrigare commissioni e ancora fare la spesa, allora vale la pena sapere che a una bici da città sia possono aggiungere diversi accessori utili a trasportare borse, piccoli sacchetti e oggetti. Ne sono un esempio i cesti anteriori e posteriori, borse, seggiolini per i bimbi, tutto ciò che serve per sbrigare commissioni e portare avanti la propria vita quotidiana, a bordo della bici.

A questo poi, si deve aggiungere tutto ciò che serve per guidare in sicurezza, come ad esempio degli specchietti retrovisori, montati sul manubrio, per vedere chi arriva da dietro, senza distogliere lo sguardo dalla strada e rischiare di perdere l'equilibrio. Anche le migliori bici potrebbero non esserne dotate, quindi vanno spesso acquistati a parte e installati.

A completare il corredo da biker di città c’è il caschetto, obbligatorio e utilissimo, soprattutto se si pensa che si dovrà guidare in strade molto affollate e trafficate.

#adv

ALTRI ARTICOLI

CERCA NEL SITO

ULTIME GARE DISPUTATE

Serie B
27a di campionato, 27/2/2024
Palermo - Ternana 2 - 3
Eccellenza
23a di campionato, 25/2/2024
Terni F.C. - Ellera 3 - 1
Pontevalleceppi - Olympia Thyrus 3 - 2
Angelana - Narnese 3 - 2
Promozione gir. B
23a di campionato, 25/2/2024
San Venanzo - Guardea 3 - 1
Ducato Spoleto - Sangemini Sport 2 - 1
Campitello - Cerqueto 3 - 1
Amerina - Cannara 1 - 4
AMC 98 - Clitunno 0 - 4