Si apre ufficialmente lo scontro per la successione del Comitato regionale umbro guidato da Francesco Repace. A lanciare il guanto di sfida, anche se dice che non sarà candidato, il presidente dell'Olympia Thyrus, Sandro Corsi, che punta il dito sulla decisione di riconoscere a tutte le società sia della provincia ternana che della provincia perugina, in maniera uguale e senza tenere conto delle differenze di chilometri percorsi, un piccolo rimborso delle spese sostenute in questi mesi. Di seguito il comunicato stampa di Sandro Corsi:

Finalmente si torna a ragionare e a discutere dopo un anno dall’assurda decisione adottata a maggioranza, lo scorso 9 gennaio, dal Cru umbro guidato dal Presidente Repace. Tale deliberazione ha imposto alle ASD umbre, partecipanti al campionato Juniores A/1, di non giocare più il sabato. Una scelta che, come previsto, ha creato seri problemi ai ragazzi, quasi tutti con gli esami di maturità alle porte, specie per l’organizzazione del tempo scolastico, dei trasporti e ha comportato costi aggiuntivi per le società, data l’impossibilità dei familiari ad accompagnarli. Spese maggiori per i trasporti ma anche per illuminare la sera i campi di gioco. Dopo questa serie di oggettivi quanto preannunciati disagi, la settimana scorsa, i presidenti delle società hanno deciso all’unanimità di ritornare a giocare il sabato. In questa occasione si sono evidentemente sentiti liberi di esprimersi, forse in mancanza delle consuete telefonate “indirizzanti”. Ma, aldilà di ciò, è senza dubbio un bel risultato. Lo stesso non si può dire per l’ingiusta decisione assunta dallo stesso Comitato Umbro, di riconoscere a tutti, in maniera uguale, un piccolo rimborso delle spese sostenute in questi mesi, senza tenere conto il fatto che alcune società si sono sobbarcate spese maggiori. Tre società di Terni su sedici, ad esempio, hanno effettuato più di una decina di trasferte nel perugino con costi significativamente maggiori. Per queste realtà, ricevere lo stesso importo delle Asd della provincia di Perugia, risulta fortemente penalizzante. Mi limito però a registrare che solo la mia società ha manifestato apertamente la propria contrarietà rispetto a questo criterio risarcitorio. Ritengo perciò che sia giunto il momento di dare un segnale e contribuire a liberare questo settore da troppe imposizioni calate dall’alto. Il prossimo anno si voterà per eleggere il nuovo presidente del Comitato Umbro. Si tratta di un appuntamento importante. Terni, Perugia, Foligno, Orvieto, Spoleto, Castello e tutta l’Umbria, mi auguro che facciano sentire la propria voce. Ritengo, senza infingimenti, che la partita vada giocata a viso aperto, contro un presidente che è rimasto in carica oltre un ventennio mettendo in luce, a mio parere, oltre ogni merito, atteggiamenti dispotici che mal si confanno allo spirito di ascolto e dialettica sportiva che costituiscono il fondamento di ogni sport. Insisto, la partita è aperta e la tigre è di carta! I candidati alla presidenza ci sono, il sottoscritto non è tra questi, ma è pronto a dare una mano.

Sandro Corsi presidente Asd OlympiaThyrus S.Valentino

ALTRI ARTICOLI

CERCA NEL SITO

Eccellenza
Squadra Pt G
ACF Foligno 69 30
Terni F.C. 61 30
Ellera 48 30
Atletico BMG 46 30
Castiglione Lago 45 30
Pontevalleceppi 42 30
Pierantonio 42 30
Narnese 40 30
Angelana 40 30
Tavernelle 37 30
Branca 36 30
Città di Castello 35 30
Olympia Thyrus 32 30
Lama 31 30
Spoleto 28 30
Nestor 19 30

ULTIME GARE DISPUTATE

Serie B
38a di campionato, 10/5/2024
Feralpisalò - Ternana 0 - 1