Il Tabellino

MODENA - TERNANA 2-1

Modena (4-3-2-1): Seculin; Oukhadda, Zaro, Riccio, Cauz (15'pt Ponsi); Magnino, Gerli, Palumbo (22'st Pergreffi); Tremolada (22'st Bozhanaj), Duca (8'st Manconi); Strizzolo (8'st Falcinelli). A disp.: Vandelli, Guiebre, Bonfanti, Giovannini, Battistella, Cotali, Abiuso. All. Bianco

Ternana (3-5-2): Iannarilli; Mantovani, Sørensen, Lucchesi (28'st Distefano); Diakité (14'st Casasola), Luperini, Pyyhtia, Favasuli (14'st Raimondo), Celli (14'st Corrado); Falletti, Favilli (32'st Dionisi). A disp.: Vitali, Brazão, De Boer, Viviani, Garau, Travaglini, Marginean. All. Lucarelli

Arbitro: Perenzoni di Rovereto (Braccini-Prenna) IV Ufficiale Mucera di Palermo
VAR: Paolo Valeri di Roma 2 (AVAR: Daniele Rutella di Enna)

Marcatori: 17'pt Palumbo (M), 11'st Falcinelli (M), 49'st Dionisi (T)

Ammoniti: Luperini, Diakité (T); Ponsi, Falcinelli (M)

Recuperi: 3/5

Spettatori: 8.875 (di cui 528 ospiti)

Tanto tuonò che piovve, non è tremarella ma la preoccupazione cresce alla luce della sconfitta e della prestazione del Braglia. Non tragga in inganno il successo risicato nel punteggio in favore degli emiliani. I rossoverdi sono parsi alla mercé degli avversari per quasi tutta la partita. L'ex di turno, Antonio Palumbo è stato straripante, oltre ad essere l'autore della rete che ha sbloccato il match (senza esultanza). Già dopo tre minuti la Ternana era sotto e stavolta è stata costretta a benedire il VAR che ha rilevato il mani di Duca prima che battesse Iannarilli. Sempre in ritado sulle seconde palle il Modena è parso viaggiare a una velocità superiore rispetto ai centrocampisti di Lucarelli. Una sola occasione per le Fere con Favilli su imbucata di Favasuli, con il centravanti comunque pescato in fuorigioco. Sul finire della prima frazione di gioco la clamorosa occasione, in ripartenza, sprecata da Strizzolo che ha sfiorato la traversa sulla disperata uscita di Iannarilli. Naturale epilogo il raddoppio gialloblù con il tap in del nuovo entrato Falcinelli sulla respinta del numero uno rossoverde sul tiro di Magnino, mentre un minuto prima l'ex Perugia se l'era divorato il raddoppio sul servizio di Tremolada. Iannarilli più volte si è lamentato con i compagni vedendosi minacciato più volte dagli emiliani che spuntavano in area come funghi.

Qualcosa da salvare? Forse l'esordio dignitoso del giovane Lucchesi e la reazione arrivata negli ultimi minuti con la rete di Dionisi, che nel pazzo gioco del calcio poteva rimettere la squadra di Lucarelli sui binari di un pareggio insperato. Ma si sa i miracoli avvengono di rado. Di sicuro la Ternana adesso è penultima in classifica, superata anche dal Lecco che ha anche due partite da recuperare ed andato ad espugnare la Favorita di Palermo. E sabato scenderà al Libearti il Venezia secondo in classifica.

ALTRI ARTICOLI

CERCA NEL SITO

Serie C gir.B
Squadra Pt G
Ternana 0 0
Arezzo 0 0
Ascoli 0 0
Campobasso 0 0
Carpi 0 0
Gubbio 0 0
Legnago Salus 0 0
Lucchese 0 0
Milan Futuro 0 0
Perugia 0 0
Pescara 0 0
Pianese 0 0
Pineto 0 0
Pontedera 0 0
Rimini 0 0
Sestri Levante 0 0
Spal 0 0
Torres 0 0
V. Entella 0 0
Vis Pesaro 0 0

ULTIME GARE DISPUTATE