Albi Metalla e Francesco Amadio tornano a vestire i colori della Virtus Basket del nuovo coach Cristiano Tofi. Cresciuti nella Union fin da bambini, Francesco e Albi sono anche grandi amici fuori dal campo ed hanno voluto essere ufficializzati insieme.

"Sono il simbolo del buon lavoro fatto da tutti i nostri istruttori nel corso di questi anni, visti i risultati dei due esterni negli ultimi campionati" dice in una nota la società. Entrambi provenienti dalla serie C gold, con Francesco che ha giocato a Reggio Emilia e Albi ad Assisi, in questo difficile momento storico - con la pallacanestro chiamata ad interrogarsi su come ripartire - i ragazzi hanno risposto presente sposando la causa che hanno comunque sempre sentito anche loro. Sarà un anno in cui i ragazzi studieranno da casa, viste le problematiche Covid e per questo non hanno esitato a tornare a vestire la maglia della Virtus.

Dopo la conferma del pivot Elia Frolov, che dopo l'esperienza a Rieti con Metalla ha giocato in Serie C silver a Perugia, prima di fare ritorno lo scorso anno a Terni per motivi di lavoro, il quintetto ternano si assicura due elementi in grado di fare la differenza anche nella categoria superiore. Saluta invece Lorenzo Carosi, che lascia la divisa Virtus dopo una sola stagione. Ci saranno invece i confermati Omer Alija e Gabriele Rinaldi ed un mix di giovani ed elementi di esperienza.

Come Leonardo Picchiarati, guardia classe 2000 dotata di ottimo tiro dalla lunga, il play-guardia Simone Grilli classe 2003 al secondo anno con i senior, l'esterno Simone Pasquini classe 2002 dotato di ottimo dinamismo. L'altro pivot per proteggere il pitturato con Elia Frolov sarà Alessio Passari. E ancora le conferme di Tommaso Corpetti, Luca Macchioni, Giulio Finetti e Klevis Arra, ternani già protagonisti nella squadra che si giocò la finale in Serie D. Cuore, difesa, impegno e sostanza sono le caratteristiche del loro DNA cestistico.

ALTRI ARTICOLI

CERCA NEL SITO

ULTIME GARE DISPUTATE