Nessuno è profeta in patria, un'espressione purtroppo molto usata per chi è costretto a trovare la propria realizzazione, il successo, lontano dalla città natale che si sposa con la storia professionale di Salvatore Fedele. Fisioterapista che quattro anni fa ha iniziato una collaborazione, conclusa nella scorsa stagione, con la Ternana Calcio, nel settore giovanile, soprattutto per il recupero infortunati nello staff degli allenatori che si sono succeduti alla guida delle varie squadre: Ezio Brevi, Alessandro Manni e poi Mirko Pagliarini. Trasferitosi ad Alghero, proprio le conoscenze e l'esperienza nel campo della prevenzione degli infortuni hanno attirato l'attenzione del presidente dell'Amatori Rugby Alghero Franco Badessi, medico della Nazionale azzurra della palla ovale fino a dicembre 2019 che ha voluto Fedele nello staff della formazione che milita in Serie A.

"Gli è piaciuto un mio progetto, sul quale lavoro con continue ricerche e aggiornamenti da una decina di anni - racconta il fisioterapista ternano - "Water Cross Training", allenamento trasversale in acqua, con il quale vengono ridotti fino al 50% gli infortuni muscolari dovuti a stress a causa delle partite ravvicinate o dalle sollecitazioni dovute alle varie tipologie dei terreni di gioco. In pratica si possono fare in acqua, alleggerendo i carichi, circuiti di allenamento di solito eseguiti sul campo. Un'attività che sto facendo svolgere agli atleti del rugby in piscina, ma anche al mare".

L'avventura del rugby, un'avventura di successo lontano da casa, ma per Salvatore Fedele nel cuore e nella testa c'è sempre il rossoverde.

"Capirai da bambino, a 5 anni, ho iniziato a vedere la Ternana al Viale Brin e quando sono entrato nello staff rossoverde è stato come toccare il cielo con un dito. Purtroppo non è stato possibile proseguire, ma mi manca soprattutto la possibilità di tornare al Liberati a tifare per le Fere".

ALTRI ARTICOLI

CERCA NEL SITO

ULTIME GARE DISPUTATE

Serie C gir.C
13a di campionato, 28/11/2020
Vibonese - Ternana 2 - 3