Quattro anni fa, nel 2019, l’assegnazione dei Mondiali di Scherma Paralimpica a Terni, Italia, segnò l’inizio di un’epica avventura che si è finalmente concretizzata quest’anno. Il 2023 ha visto una celebrazione straordinaria dello sport paralimpico, con Terni al centro di questo spettacolo eccezionale. Ora, dopo l’entusiasmante conclusione dell’evento, è il momento di riflettere sui numeri e i momenti salienti che hanno reso questi Mondiali un’esperienza indimenticabile per tutti.

Numeri dei Mondiali di Terni

Con la partecipazione di 31 paesi e ben 250 atleti, i Mondiali di Terni hanno dimostrato di essere un evento globale, unendo atleti di tutto il mondo per competere nelle categorie di scherma paralimpica.

L’evento si è svolto per 6 giorni intensi, durante i quali sono stati assegnati 22 titoli mondiali, dimostrando la vastità del talento e dell’impegno presenti nell’ambito dello sport paralimpico.

La cerimonia d’apertura è stata un momento memorabile, con la leggenda dello sport italiano Valentina Vezzali come “madrina”, il Ministro per lo Sport e i Giovani Andrea Abodi e il Presidente del Comitato Italiano Paralimpico (CIP) Luca Pancalli che hanno dato il via a questo evento straordinario.

Un altro punto culminante è stata l’inaugurazione del nuovo PalaTerni, che ha fornito una cornice perfetta per le competizioni di scherma paralimpica.

Il mondo intero è stato coinvolto grazie alle 36 ore di diretta streaming in tutto il mondo e alle circa 14 ore di copertura televisiva RAI. Anche le scuole di Terni e della provincia sono state coinvolte, con oltre 4.000 studenti che hanno avuto l’opportunità di vivere da vicino questa competizione di alto livello.

La partecipazione del pubblico è stata significativa, con 3.000 persone presenti alle finali del sabato e circa 2.500 presenze ogni giorno, compresi gli studenti. Questo è stato possibile grazie al duro lavoro di 370 volontari “in arancione” delle scuole del Casagrande Cesi e del Ghandi di Narni e 500 addetti, tra cui lo staff del Circolo Scherma Terni.

Gli eventi collaterali hanno aggiunto valore all’esperienza complessiva, con la mostra fotografica “La bellezza in un gesto” di Augusto Bizzi, il francobollo celebrativo di Poste Italiane emesso in occasione dell’inizio dei Campionati e l’inaugurazione dell’area lounge del Circolo Scherma Terni in occasione della rifinitura della Nazionale Italiana.

Questi Mondiali hanno avuto un impatto significativo sul turismo a Terni e nella provincia, con 8 hotel completamente esauriti tra quelli convenzionati con il Comitato organizzatore, dimostrando l’attrattiva di questa città per gli appassionati di scherma paralimpica.

Dati sportivi

Dal punto di vista sportivo, l’Italia ha brillato con un totale di 12 medaglie conquistate. Questo risultato ha eguagliato il successo del Mondiale di Roma 2017, nonostante ci fossero due gare in meno. Le medaglie italiane includono:

Medaglie d’Oro:
– Emanuele Lambertini (fioretto maschile categoria A)
– Leonardo Rigo (fioretto maschile categoria C)
– Bebe Vio Grandis (fioretto femminile categoria B)

Medaglie d’Argento:
– Squadra di fioretto maschile (Emanuele Lambertini, Matteo Betti, Michele Massa, Marco Cima)
– Squadra di sciabola maschile (Edoardo Giordan, Matteo Dei Rossi, Gianmarco Paolucci)
– Emanuele Lambertini (spada maschile categoria A)
– Squadra di fioretto femminile (Bebe Vio Grandis, Andrea Mogos, Loredana Triglia, Alessia Biagini)

Medaglie di Bronzo:
– Matteo Betti (fioretto maschile categoria A)
– Rossana Pasquino (sciabola femminile categoria B)
– William Russo (fioretto maschile categoria C)
– Edoardo Giordan (sciabola maschile categoria A)
– Rossana Pasquino (spada femminile categoria B)

L’Italia ha partecipato a tutte le gare con un totale di 24 atleti azzurri, di cui ben 8 erano esordienti in un Campionato del Mondo. Il più giovane tra loro è stato Michele Massa, nato nel 2004, mentre i più esperti sono stati Loredana Trigilia e Marco Cima, entrambi nati nel 1978.

Dati social Circolo Scherma Terni

I Mondiali di Terni hanno anche fatto scalpore sui social media. La pagina Facebook del Circolo Scherma Terni ha registrato un aumento del 260% di follower, mentre l’account Instagram ha visto un aumento del 4,5%. Inoltre, sono state registrate 40.000 interazioni su Facebook e 11.310 su Instagram, dimostrando l’entusiasmo e il coinvolgimento del pubblico online. Per quanto riguarda il sito ufficiale del Mondiale sono state registrate una media di 2.118 visitatori giornalieri.

In conclusione, i Mondiali di Scherma Paralimpica Terni 2023 sono stati un trionfo dello sport, dell’organizzazione e dell’entusiasmo della comunità. Questi numeri impressionanti e risultati straordinari dimostrano quanto l’Italia e la città di Terni siano state all’altezza dell’incarico di ospitare questo prestigioso evento paralimpico. Siamo sicuri che questi Mondiali lasceranno un’impronta duratura nella storia della scherma paralimpica e ispireranno generazioni future di atleti e appassionati di sport.

Foto - Federscherma (BIZZI-PAGLIARICCI)

ALTRI ARTICOLI

CERCA NEL SITO

ULTIME GARE DISPUTATE

Serie B
27a di campionato, 27/2/2024
Palermo - Ternana 2 - 3
Eccellenza
23a di campionato, 25/2/2024
Terni F.C. - Ellera 3 - 1
Pontevalleceppi - Olympia Thyrus 3 - 2
Angelana - Narnese 3 - 2
Promozione gir. B
23a di campionato, 25/2/2024
San Venanzo - Guardea 3 - 1
Ducato Spoleto - Sangemini Sport 2 - 1
Campitello - Cerqueto 3 - 1
Amerina - Cannara 1 - 4
AMC 98 - Clitunno 0 - 4